• “OGGI DAL PREFETTO PER PARLARE DI LAGO, CIVITAVECCHIA E MONTEROTONDO”

    Roma, 20 aprile 2016 – “Sarà un incontro fondamentale per chiedere formalmente al Prefetto Basilone di affrontare questioni delicate che riguardano il nostro territorio. Una su tutte quella relativa all’abbassamento delle acque del Lago di Bracciano: a riguardo chiederò al Prefetto di costringere Virginia Raggi, nelle vesti di prima azionista di Acea e Presidente della Città Metropolitana di Roma Capitale, a imporre alla società di Piazzale Ostiense la sospensione dei prelievi delle acque del bacino al fine di scongiurare quello che anche professionisti del settore definiscono un vero e proprio disastro ambientale. Altra questione che porterò all’attenzione della Basilone sarà sicuramente quella relativa all’Autorità Portuale di Civitavecchia impossibilitata ad insediare il Comitato di gestione perché la Sindaca di Roma non ha ancora provveduto a nominare il proprio rappresentante all’interno dell’organismo collegiale. Un atteggiamento poco serio quello adottato dalla Raggi che sta creando seri problemi al più grande scalo navale del centro Italia così come ribadito in questi giorni anche dal Presidente Francesco Maria di Majo. Due casi simili che vedono protagonista la Raggi e su cui è necessario un intervento tempestivo del Prefetto al fine di non vederci costretti a intraprendere quella via giudiziaria che, se da un lato rappresenterebbe la sconfitta della politica, dall’altro potrebbe essere l’unica chance per mettere un freno a quell’atteggiamento indifferente e pressappochista perpetrato a discapito di un intero territorio e delle sue comunità. Oltre alle questioni legate al Lago di Bracciano e all’Autorità Portuale di Civitavecchia, poi, farò presente al Prefetto anche quella relativa all’attivazione del Comitato provinciale permanente per l’ordine e la sicurezza pubblica nel comune di Monterotondo dove insiste, come già denunciato dal Sindaco Alessandri, un serio problema di ordine pubblico legato agli alloggi annessi al complesso edilizio ‘Le Terrazze’”. Ha detto il deputato Pd, Emiliano Minnucci, in merito all’incontro di oggi pomeriggio con il Prefetto di Roma, Paola Basilone.
  • “REGOLARIZZIAMO LE TARGHE STRANIERE. SUBITO”

    Roma, 13 aprile 2017 – “Dalla legge sull’omicidio stradale all’istituzione della Giornata in Memoria delle vittime della strada: in questi anni sono stati fatti passi importanti per riformare l’uso dei veicoli e dei moto veicoli lungo le nostre strade. Per dar forza a questi atti e garantire il principio di sicurezza stradale, però, è fondamentale pensare a nuove regole anche per tutte quelle auto che circolano in Italia con targhe straniere e che, paradossalmente, non rischiano alcuna sanzione in caso di sinistri o mancati obblighi amministrativi. È impensabile che, nel caso di un incidente, il conducente danneggiato possa rischiare di non essere indennizzato solo perché incidentato da un’autovettura con targa straniera che, magari, è carente dell’adeguata copertura assicurativa. Così com’è impensabile, tra l’altro, che nel caso di violazioni del Codice della strada, le sanzioni non possono essere notificate nel paese estero dove l’autovettura è stata immatricolata. Parlare di veicoli con targa straniera è come entrare in una giungla dove ci si può aspettare di tutto, però, sempre a discapito del conducente onesto che fa fronte a tutti gli obblighi normativi e amministrativi previsti dal nostro Codice stradale. È arrivato il momento di dire basta e affrontare questa situazione al fine non solo di garantire quella sicurezza stradale per cui ci stiamo battendo con forza in questi anni, ma anche per garantire quel principio di equità sociale che, relativamente a questo argomento, viene palesemente meno. A riguardo, dunque, chiederò al Governo quali iniziativa intende assumere per garantire che i veicoli circolanti con targa straniera in Italia siano, decorso l’anno, regolarmente immatricolati, revisionati, e in possesso di valida polizza assicurativa rilasciata da compagnia assicurativa certificata ed attiva”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, annunciando il question time che verrà presentato in Commissione Trasporti.
  • “I GRILLINI USANO LO SCHERNO PER MASCHERARE LA LORO INCAPACITÀ”

    Roma, 10 aprile 2017 – “I grillini o sono fatti con lo stampino o eseguono a menadito gli ordini di scuderia: la scorsa settimana la Raggi in Aula Giulio Cesare ha assunto un atteggiamento indisponente per deridere la minoranza, oggi, ad Anguillara, l’Amministrazione a cinquestelle diffonde un comunicato stampa per canzonare il sottoscritto reo di avere fatto una reale fotografia delle situazione legata al sottopasso di via Anguillarese. Un comunicato imbarazzante che non solo palesa la loro incapacità amministrativa ma mette in evidenza le ragioni di tutti coloro che hanno espresso perplessità su quell’immobilismo inspiegabile messo in atto in questi primi mesi di mandato amministrativo. Prima sbraitano, strepitano e depennano i progetti, poi li accettano, li ratificano e li approvano: lo hanno fatto con il PRG così come con il sottopasso di via Anguillarese. Un modus operandi opinabile che diventa bizzarro nel momento in cui, dopo un lungo periodo di riflessione, si presentano in Consiglio e scartano metà di quella delibera che loro stessi avevano predisposto. I grillini, insomma, questo sottopasso lo vogliono o non lo vogliono? Perché hanno aspettato tutto questo tempo prima di presentare al Consiglio questo argomento? Perché, soprattutto, hanno scartato metà delibera che, ribadisco, hanno loro stessi redatto dopo gli incontri con la Città Metropolitana e Ferrovie dello Stato? Altro che comunicati e risposte fornite a mezzo stampa: i grillini di Anguillara dovrebbero iniziare a garantire risposte concrete ai cittadini. Con i fatti, non con le parole”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, in merito alla situazione legata alla realizzazione del sottopasso di Via Anguillarese.
  • “REALIZZAZIONE SOTTOPASSO COME GIOCO DELL’OCA”

    Roma, 8 aprile 2017 – “Ieri, ad Anguillara, il Consiglio Comunale ha approvato parzialmente la delibera per la realizzazione del sottopasso su via Anguillarese. Mossi dai dubbi, dalle perplessità e da quel paradossale mantra  del ‘voglio ma non posso', i grillini hanno deciso di iniziare il percorso per la realizzazione dell’opera chiedendo però alla Città Metropolitana di Roma Capitale, già unico finanziatore del sottopasso, di prendere in carico anche i costi di manutenzione che spettano di norma all'ente comunale. Come dire: i grllini non vogliono per regalo solo la Ferrari, pretendono anche il pagamento del bollo per i prossimi dieci anni. Così facendo, data la redazione e la stipula di una nuova convenzione, i tempi per la realizzazione di quella che si attesta ad essere un’opera di grande importanza strategica si allungano ulteriormente, a discapito della sicurezza stradale e della fruibilità del  traffico veicolare. Con questi amministratori pentastellati, sembra di giocare al gioco dell'oca: ieri l’Anselmo ha  tirato il dado ed ha permesso ad Anguillara di avanzare verso il sottopasso di una sola casella. Per il futuro appelliamoci alla dea bendata perché, è ovvio, con i grillini ci può salvare solo lei”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando la decisione della maggioranza cinquestelle di Anguillara di approvare solo parzialmente la delibera relativa alla realizzazione del sottopasso di via Anguillarese.
  • “CONGRATULAZIONI AL NUOVO DIRETTORE DEL PARCO BRACCIANO MARTIGNANO”

    Roma, 6 aprile 2017 – “Esprimo le mie congratulazioni a Daniele Badaloni che, in queste ultime ore, è stato nominato dal Presidente Zingaretti nuovo Direttore Generale del Parco Naturale Bracciano – Martignano. Un incarico importante che, sono certo, Badaloni porterà avanti con impegno ed entusiasmo sempre a tutela del nostro territorio che necessita di ancor più serie politiche di sviluppo e promozione. In questo quadro, invito il nuovo Direttore Badaloni e il Presidente Lorenzetti ad avviare un percorso condiviso relativamente all’abbassamento delle acque del Lago di Bracciano con l’obiettivo di evitare quel disastro ambientale che, giorno dopo giorno, si sta concretizzando sotto i nostri occhi. È anche attraverso queste azioni che il Parco, ora che è stata completata anche la fase di riassetto organizzativo degli uffici, potrà acquisire quel protagonismo istituzionale che gli spetta di diritto e diventare finalmente un Ente attento alle esigenze del territorio”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, in merito alla nomina di Daniele Badaloni come nuovo Direttore Generale del Parco Naturale Bracciano – Martignano.
  • “DI BATTISTA, IL NUOVO MASANIELLO A CONVENIENZA”

    Roma, 3 aprile 2017 – “Arringa le folle con veemenza e fervore. ulula alla luna come un lupo solitario vittima delle ingiustizie e delle illegalità: Alessandro Di Battista è il nuovo Masaniello in blue jeans sempre pronto a salire sui palchetti gridando al mondo quant’è sporco il ‘sistema’, di quanto è marcia la partitocrazia denunciando l’influenza di quei poteri forti che impongono opere inutili a danno dell’ambiente e della salute pubblica. L’ultimo show del Dibba nazionale è andato in scena a Melendugno in occasione della manifestazione NO TAP contro la realizzazione del gasdotto trans adriatico: ha parlato di ipocrisia e di malaffare, ha parlato di quei loschi poteri finanziari che, oltre a imporre opere inutili come il gasdotto, dettano le linee editoriali dei principali quotidiani italiani. Perché Di Battista non ha usato e non usa la stessa irruenza per denunciare la grave situazione del Lago di Bracciano che rischia di morire a causa delle continue captazioni perpetrate da Acea? Invece di partecipare alla trasferta pugliese, il caro Di Battista poteva tranquillamente intervenire alla manifestazione pro Lago organizzata a Trevignano sabato scorso: perché non l’ha fatto? Perché non ha mai detto nulla in merito a una situazione che rischia seriamente di tramutarsi in un vero e proprio disastro ambientale? Perché non annovera Acea tra quei poteri forti che per i propri interessi mette a repentaglio l’ambiente e le eccellenze paesaggistiche di un intero territorio? Forse perché vuole insabbiare l’inerzia della Sindaca di Roma? O forse perché non vuole disturbare quel cane che dorme di nome Acea che in queste ultime ore è al centro di una vera e propria spartizione tra le varie componenti del M5S? Prima di parlare di ipocrisia e malaffare, Di Battista dovrebbe guardarsi allo specchio e fare un sano esame di coscienza”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando l’intervento dell’On. Alessandro Di Battista nel corso della manifestazione NO TAP a Melendugno.
  • “GIORNATA STORICA: LA LEGGE SULLA GIORNATA IN MEMORIA DELLE VITTIME DELLA STRADA PASSA ALLA CAMERA, ORA TOCCA AL SENATO”

    Roma, 29 marzo 2017 – “Dopo l’approvazione della legge sull’omicidio stradale, quella di oggi è stata un’altra giornata che potrebbe valere un’intera legislatura: in sede legislativa abbiamo approvato la PdL sulla Giornata in ricordo delle vittime della strada. Un risultato importante che risponde all’esigenza di dare sostegno alla sicurezza stradale sensibilizzando l’attenzione dei cittadini soprattutto sul piano educativo e, dunque, della prevenzione. Ora, dopo l’approvazione del Senato, anche il nostro Paese si doterà di una legge dall’alto valore morale e civile che è stata ampiamente condivisa da tutti i gruppi parlamentari tanto da rendere plausibile una sua rapida approvazione in via definitiva. A questo punto mi auguro, anche in considerazione dell’importante lavoro svolto in questi mesi da tutte le Commissioni parlamentari, si proceda speditamente al fine di approvare immediatamente questa proposta e mettere in campo sin da subito un programma di iniziative concrete, aperte alla prevenzione e alla sensibilizzazione, in vista della terza domenica del prossimo novembre che, finalmente, passerà alla storia come la prima giornata nazionale in ricordo delle vittime della strada”. Ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, primo firmatario della Pdl sull’istituzione della Giornata in memoria delle vittime della strada approvata oggi in Commissione Trasporti.
  • “I GRILLINI NON SANNO QUELLO CHE DICONO”

    Roma, 24 marzo 2017 – “In queste ore abbiamo appreso dunque che la scelta di non autorizzare la manifestazione pro lago non è figlia di disattenzione e leggerezza ma, piuttosto, della superbia e dell’arroganza a cinquestelle che dimostra un dilettantismo e un grado di incompetenza disarmante. Appellandosi alla mancanza di autorizzazioni prefettizie di pubblica sicurezza, la Sindaca Anselmo non solo ha dimostrato di non conoscere la normativa ma neanche quella Costituzione che lo scorso 4 dicembre hanno fatto finta di difendere. La Sindaca dovrebbe sapere che siamo e viviamo in un Paese libero e democratico dove, secondo l’articolo 17 della nostra Costituzione, i cittadini hanno il diritto di riunirsi pacificamente in luoghi pubblici per manifestare il proprio pensiero. La verità è che la banda grillina, su ordini di scuderia, non solo non ha autorizzato la manifestazione calpestando quella libertà di manifestare che è un diritto imprescindibile del nostro Paese, ma ha fatto in modo di boicottarla subdolamente negando al Comitato promotore quel sostegno che un’amministrazione locale dovrebbe garantire in situazioni che accumulano la sensibilità e la preoccupazione di migliaia di residenti. È questa la triste verità che la Sindaca a cinque punte, nel goffo tentativo di tirare in ballo l’aspetto sicurezza trasformando magicamente Anguillara in Parigi o Londra, non ha voluto ammettere neanche in queste ore continuando a giustificare una scelta francamente indifendibile”. Ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando il post facebook pubblicato questo pomeriggio dalla Sindaca di Anguillara Sabazia, Sabrina Anselmo.
  • “GRILLINI SERVI SCIOCCHI POTERI FORTI. NEGATA AUTORIZZAZIONE MANIFESTAZIONE PRO LAGO”

    Roma, 24 marzo 2017 – “Quello che è accaduto in queste ultime 48 ore ad Anguillara è estremamente grave perché, oltre a denigrare il nostro territorio, umilia l’impegno messo in campo dal ‘Comitato di difesa del bacino lacuale Bracciano-Martignano’ nella lotta a difesa del Lago di Bracciano. La manifestazione in programma domani ad Anguillara Sabazia non ha ricevuto l’autorizzazione da parte dell’Amministrazione cinquestelle: se il Comitato apartitico e indipendente, ha utilizzato, con stile e savoir-faire, toni laconici per comunicare l’annullamento dell’iniziativa, noi abbiamo il dovere di chiarire come stanno effettivamente le cose. La sindaca Anselmo, coadiuvata dal sindaco ombra Piccioni, appellandosi a fantomatici e capziosi cavilli burocratici, non ha concesso il permesso di organizzare la manifestazione pro lago. Una decisione che testimonia come le Amministrazione locali pentastellate siano un vero e proprio braccio armato dei poteri forti e, in questo caso, della Raggi e di Acea. La sindaca grillina di Anguillara, invece di accogliere l’invito a partecipare a quella che sarebbe dovuta essere una manifestazione apartitica e civile, partecipata da tutti quei cittadini preoccupati per le gravi condizioni del lago, da soldatina leale ha preferito dire «obbedisco» alla coppia Grillo/Raggi privilegiando gli interessi dei privati a quelli della collettività. Privilegiando gli interessi di Acea che, di fronte a una situazione che rischia di sfociare in un realistico disastro ambientale, si è limitata in questi ultimi giorni a presentare un piano interventi approssimativo che, peraltro, non fa alcun cenno né alla realizzazione di nuove opere nel nostro territorio né alla fondamentale e immediata sospensione del prelievo delle acque. La mia solidarietà, dunque, non va solo al “Comitato di difesa del bacino lacuale Bracciano-Martignano”, che invito a non desistere dall’impegno profuso in questi mesi, ma anche a tutti quei cittadini pronti a scendere in piazza per difendere quel simbolo storico e ambientale che non possiamo far morire a causa dell’arroganza della Casaleggio Associati”. Ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando la decisione del Comune di Anguillara Sabazia di non autorizzare la manifestazione in programma domani nel Comune sabatino.
  • “SABATO IN PIAZZA PER DIFENDERE IL NOSTRO LAGO”

    Roma, 20 marzo 2017 – “Sabato prossimo sarò accanto al ‘Comitato difesa Bracciano-Martignano’ e a tutti i cittadini del territorio che, preoccupati della situazione legata all’abbassamento delle acque del bacino, hanno organizzato una manifestazione pubblica a tutela del Lago di Bracciano. Se di fronte la scarsità delle piogge siamo e rimaniamo impotenti, contro l’azione della mano umana, però, possiamo far sentire la nostra voce al fine di incentivare interventi risolutivi e immediati con l’obiettivo di ripristinare il normale livello delle acque e scongiurare quel disastro ambientale che, arrivati a questo punto, sembra inevitabile. Dalla petizione online alla riunione convocata dal Consorzio del lago, dalla denuncia di Legambiente agli incontri organizzati in Regione: l’attenzione riversata in questi ultimi mesi sulla situazione del nostro bacino non sembra abbia interessato Acea che, convinta della bontà della sua attività, prosegue con la captazione delle acque. Un atteggiamento disinteressato che preoccupa ancora di più la nostra Comunità ormai pronta a lanciare il suo grido dall’allarme e un invito forte e determinato a Piazzale Ostiense: fermate momentaneamente le captazioni e trovate soluzioni alternative perché il tempo delle parole è finito, è arrivato quello dei fatti” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, sulla manifestazione di sabato prossimo, ore 16:00 in Piazza del Molo ad Anguillara Sabazia, che vedrà la partecipazione dei cittadini del territorio.
Pagina 21 di 42« Prima...10...1920212223...3040...Ultima »