• Alitalia – “Una delegazione parlamentare per intervenire al MISE”

    Roma, 16 marzo 2016 – “Dobbiamo costituire una delegazione parlamentare per intervenire presso il Ministero dello Sviluppo Economico al fine di affrontare la questione dei lavoratori di AMS che rischiano di perdere il loro lavoro per le scelte aziendali adottate da Alitalia” è quanto riferito dall’On. Emiliano Minnucci (PD) dopo l’incontro avvenuto con una rappresentanza dei dipendenti AMS impegnati questa mattina in un sit in di protesta in Piazza Montecitorio. “Ieri  ho finalmente ricevuto la risposta del Ministro Guidi in merito alle mie ripetute richieste di un suo diretto e perentorio intervento su questa delicata vicenda che, come comunicato dalla stessa Guidi, è entrata a far parte dei dossier del Ministero. Il Ministro – ha continuato il deputato Dem – mi ha assicurato il suo impegno informandomi che le strutture competenti del MISE stanno monitorando le manifestazioni di interesse per l’acquisto della Società e, in modo particolare, la proposta presentata da Atitech. Malgrado questo e nonostante la proroga della cassa integrazione per i lavoratori al prossimo aprile, dobbiamo necessariamente fare ancora  importanti e decisivi passi in avanti. Per questo - ha concluso Minnucci – faccio un appello ai colleghi parlamentari, a prescindere dai colori politici che rappresentiamo in Aula, di organizzare una delegazione pronta a incontrare le parti coinvolte, e in modo particolare il Ministro stesso, per fare il punto della situazione e trovare in via definitiva una soluzione a questa triste vicenda che rischia di togliere il lavoro a 240 persone”.
  • SANITÀ, MINNUCCI (PD): CASA SALUTE RIGNANO FLAMINIO SARÀ PUNTO RIFERIMENTO

    SANITÀ, MINNUCCI (PD): CASA SALUTE RIGNANO FLAMINIO SARÀ PUNTO RIFERIMENTO, 05 MAR - "Il completamento e l'apertura di una nuova Casa della Salute a Rignano Flaminio è una notizia di grande importanza per tutti i cittadini del Veio e della Valle del Tevere". Lo ha detto, in una nota, Emiliano Minnucci, commentando la scelta della Regione Lazio di riconoscere un nuovo finanziamento di 850mila euro per la realizzazione di un centro sanitario a Rignano Flaminio, nel Distretto Sanitario Rm4. "L'intervento promosso dal Presidente Zingaretti, che prevede nel complesso la realizzazione di una Casa Salute in ciascun Distretto Aziendale del Lazio, è un atto di grande responsabilità nei confronti dei nostri territori e delle loro comunità che potranno finalmente usufruire di strutture polivalenti in grado di erogare l'insieme delle cure primarie garantendo continuità assistenziale e attività di prevenzione. Per il nostro territorio - ha concluso Minnucci - questa notizia ha inoltre anche una grande valenza ambientale dato che l'inizio e il completamento dei lavori porterà all'apertura di quella cattedrale nel deserto che per troppi anni è rimasta abbandonata e incustodita e che sarà finalmente un vero punto di riferimento sanitario per tutti i nostri cittadini che, tra l'altro, non hanno mai potuto disporre di nessun presidio ospedaliero aziendale".

  • Regione Lazio, Minnucci: “I nostri territori hanno bisogno delle istituzioni”

    lazio   L’iniziativa promossa dalla Regione Lazio che vede il Presidente Zingaretti impegnato a illustrare in tutto il territorio regionale gli interventi sostenuti con i fondi europei 2007/2013 e prospettare le azioni future previste nell’ambito della nuova programmazione, merita un plauso particolare. Lo merita perché Zingaretti sta dando così modo a tutti i Sindaci e a tutti gli amministratori locali di confrontarsi e discutere sulle criticità che caratterizzano la loro attività amministrativa. Dalla manutenzione delle strade alla gestione del servizio idrico, dalla difficoltà di realizzare opere pubbliche ai vari adempimenti amministrativi: le esigenze e i problemi dei nostri sindaci meritano grande attenzione da parte dei nostri governi centrali a partire dalla stessa Regione. In quest’ottica, dunque, le azioni future previste dalla Regione Lazio nell’ambito della nuova programmazione 2014-2020 rappresentano un’opportunità fondamentale che i nostri territori devono cogliere per rilanciare la loro competitività” ha dichiarato l’On. Emiliano Minnucci a margine dell’iniziativa organizzata dalla Regione Lazio nel comune di Fiano Romano.
  • “L’INFORMAZIONE LOCALE DEVE ESSERE TUTELATA”

    "Con il fallimento dell'emittente televisiva Romauno continua la lenta e angosciosa agonia delle reti private locali costrette ad affrontare il concreto rischio del fallimento" ha dichiarato l'On. Emiliano Minnucci, membro della Commissione Parlamentare trasporti, poste e telecomunicazioni. "Quella di Romauno è una vicenda che merita la massima attenzione da parte delle Istituzioni sia per tutelare la sorte professionale dei lavoratori sia per salvaguardare un importante mezzo di informazione locale che ha garantito un servizio attento e puntuale ai cittadini di Roma e del Lazio. Per questo, dunque, ho provveduto a inoltrare al Ministro Guidi un'interrogazione al fine di trovare una soluzione, anche attraverso l'istituzione di un tavolo di confronto, affinché venga salvaguardata l'emittente e, di conseguenza i diritti dei giornalisti e dei tecnici interessati. Le Istituzioni non possono rimanere inermi e prendere atto passivamente del lento declino delle emittenti locali che, a causa dell'evidente calo della pubblicità e l'aumento dei costi di gestione, lottano quotidianamente tra la vita e la morte" ha concluso l'On. Minnucci commentando il fallimento della rete televisiva privata Romauno.
  • ALITALIA: “RISPETTO PER I LAVORATORI DI AMS”

    “La situazione dei lavoratori di AMS sta assumendo contorni imbarazzanti e decisamente gravi” è quanto riferito dall’On. Emiliano Minnucci, membro della Commissione Parlamentare trasporti, riguardo la scelta di delocalizzare l’azienda impegnata nella manutenzione e nella revisione dei motori della flotta Alitalia. “Ieri la manifestazione dei lavoratori della Cub Trasporti, oggi il sit-in dei lavoratori di AMS: l’aeroporto di Fiumicino è ormai diventato palcoscenico di continue proteste e contestazioni da parte di tutti quei lavoratori che prestano servizio ad Alitalia. Malgrado i ripetuti appelli e le rassicurazioni fornite anche dalla stessa compagnia aerea, la situazione non ha conosciuto nessun nuovo scenario e questo, a mio avviso, è molto grave. Non possiamo non tener conto della vita di 240 persone che rischiano di non avere più un impiego per cause totalmente indipendenti da loro, non possiamo tener conto dell’atteggiamento intransigente assunto da Alitalia, non possiamo non tener conto che l’eventuale chiusura di AMS costituirebbe un fatto gravissimo non solo dal punto di vista occupazionale ma anche da quello aziendale con la scomparsa di una azienda che rappresenta un’eccellenza europea nel settore della manutenzione e revisione di motori e componenti aeronautici. Per questo, dunque, - ha concluso l’On. Minnucci - ho provveduto a inviare una nuova lettera al Ministro Guidi in cui, non solo ho espresso la mia grande amarezza per non aver ancora ricevuto alcuna risposta alla mie continue sollecitazioni, ma anche per richiedere con forza un intervento serio, ma soprattutto imminente, del Governo al fine di scongiurare un’ipotesi scellerata che avrebbe conseguenze terribili sulla vita di 240 lavoratori e delle loro famiglie”.
  • Minnucci: “No a fusione Ato2 – Ato5, Acea ascolti i territori”

    “Il messaggio lanciato oggi dai Sindaci dell’Area Metropolitana di Roma Capitale ad Acea è stato chiaro: la fusione tra ATO2 e ATO5 non deve essere fatta! Acea deve capire che non esiste solo Roma, esiste un grande territorio intorno alla Capitale le cui esigenze non possono e non devono essere trascurate. La logica del ‘silenzio/assenso’ messa in pratica da Acea per procedere a questa ipotetica fusione cozza inevitabilmente con la logica con cui è stata percepita l’Area metropolitana, che si fonda sul principio di equità istituzionale e politica. Acea deve riflettere sui continui disservizi che si registrano nel territorio provinciale, coinvolgere nella discussione le Amministrazioni locali e apportare adeguate soluzioni. Non è pensabile continuare a vedere nelle piazze dei nostri Comuni autobotti e cittadini in fila con taniche in mano. Per questo, dunque, mi unisco all’appello del Partito Democratico della Provincia di Roma invitando Acea a stoppare definitivamente questo processo di fusione che preoccupa seriamente tutti gli Amministratori locali del nostro territorio” ha dichiarato l’On. Emiliano Minnucci a seguito dell’Assemblea dei Sindaci dell’Area Metropolitana di Roma Capitale avvenuta questa mattina a Palazzo Valentini.
  • Unioni civili, Minnucci (PD): “I veri canguri sono Grillo, Casaleggio e i loro balilla”

    “Quello che sta accadendo sul tema delle Unioni Civili testimonia la insipidità dei grillini assoggettati dalla coppia Grillo/Casaleggio che, come è stato sempre dal principio, sono i veri e indiscussi tiranni di un movimento attento alle proprie convenienze politiche” ha detto l’On. Emiliano Minnucci commentando i fatti accaduti in queste ore a Palazzo Madama sul tema delle Unioni Civili. “Il canguro? Grillo e Casaleggio e i loro ‘balilla’ sono loro i veri canguri! Sono loro che, presi da deliri di onnipotenza, non hanno fatto e non fanno altro che saltare da una posizione all’altra come veri canguri australiani, utilizzando banali trucchetti e inutili pretesti. Quando però questi tatticismi politici urtano i diritti dei nostri cittadini, diventa tutto piuttosto grave, pericoloso e deplorevole. Questo non possiamo permettercelo – ha concluso Emiliano Minnucci - perché nostro dovere è garantire diritti e libertà, è garantire quella civiltà propria di un Paese come il nostro. In quest’ottica, dunque, invito il mio Partito ad andare avanti senza troppe perplessità e con coerenza, evitando continui rinvii e dilazioni. Non possiamo piegarci, perché abbiamo il dovere di continuare questa strada con quella determinazione e responsabilità che hanno contraddistinto questa legislatura”.
  • Minnucci: “Operazione DIA un colpo per la malavita organizzata”

    "L'operazione condotta dalla DIA a Ladispoli e in tutto il litorale a nord di Roma rappresenta un duro colpo alla malavita organizzata. Quello che è emerso nella giornata di oggi ci dice chiaramente che la Camorra ha radici ben radicate nel nostro territorio. Questa situazione deve far riflettere e preoccupare allo stesso tempo. L'azione di contrasto che svolgono magistratura e forze dell'ordine è necessaria ma non sufficiente: serve il contributo attivo di tutta la parte sana delle nostre Comunità, che è largamente maggioritaria. In quest'ottica, dunque, è degna di plauso la decisione del Sindaco di Ladispoli, Crescenzo Paliotta, circa la volontà di costituire la sua cittadina come parte civile. Un'ottima azione a difesa del territorio, della sua Comunità e dell'immagine della Città stessa". Ha dichiarato l'On. Emiliano Minnucci commentando l'azione degli uomini dell'a DIA che questa mattina ha portato al sequestro di beni per un ammontare di ben 100 milioni di euro in tutto il territorio a nord della Capitale. 

  • TRASPORTI, MINNUCCI (PD): RIAPRIRE FERROVIA CAPRANICA-ORTE

    Roma, 11 FEB - "La riapertura della linea ferroviaria Civitavecchia - Capranica - Orte rappresenterebbe un importante passo in avanti per la mobilità del nostro Paese". Lo ha dichiarato in una nota il deputato Pd, Emiliano Minnucci. "Si tratta di una linea di fondamentale importanza. Ottantacinque chilometri di collegamento trasversale tra Tirreno e Adriatico che non hanno solo una valenza in termini turistici ma anche in termini economici. Penso - ha continuato Minnucci - a tutti quei pendolari e fuori sede che hanno l'esigenza quotidiana di spostarsi per raggiungere il proprio posto di lavoro o al traffico merci al quale, inevitabilmente, verrebbe garantita un'adeguata fruibilità. Penso, tra l'altro e per esempio, ai residenti dell'area Cassia - Flaminia - Tiberina che finalmente potranno raggiungere Orte facendo un unico scalo a Fabrica di Roma, o a tutti i pendolari che utilizzano la linea FL3 da Cesano di Roma a Capranica. Dopo anni di studi, analisi e sopralluoghi è arrivato il momento di promuovere una importante accelerazione al fine di avere, almeno, tempi certi di realizzazione e ripresa del traffico ferroviario. In quest'ottica, buone notizie sono arrivate dalla Regione Lazio che ha provveduto, prima, alla costituzione di un comitato di controllo in grado di seguire lo sviluppo del processo di progettazione e finanziamento, e dopo, a inserire questa tratta tra le opere di primaria importanza da finanziare attraverso i fondi previsti dalla missione relativa al trasporto ferroviario. L'Audizione odierna è stato un importante momento di ascolto e approfondimento in cui il presidente della commissione Trasporti, Michele Meta, si è impegnato a promuovere un incontro con la Regione Lazio, la Città Metropolitana di Roma Capitale e la Provincia di Viterbo al fine garantire almeno la riapertura della tratta Capranica - Orte che, allo stato attuale dei lavori, ha elevate possibilità di ospitare a breve il traffico ferroviario dei convogli".
  • Settevene Palo: lavori a primavera

    Le opere riguarderanno il tratto che va dal cimitero a Poggio delle Ginestre. La strada verrà allargata fino al bordo della pista ciclabile

      Leggi l'articolo clicca qui
Pagina 30 di 42« Prima...1020...2829303132...40...Ultima »