• RIFIUTI, MINNUCCI (PD): “CESANO-OSTERIA NUOVA NON SI TOCCANO”

    "Mentre l'amministrazione capitolina invia semplici slide agli uffici della Regione Lazio, i cittadini di Cesano e Osteria Nuova si mobilitano con l'obiettivo di contrastare un'ipotesi scellerata che rischierebbe di mettere in ginocchio un territorio intero sia sul piano ambientale che su quello economico" lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, che questa sera ha partecipato all'assemblea 'No compostatore in via della Stazione di Cesano' organizzata dal Comitato di quartiere. "L'assenza totale dei rappresentanti del Campidoglio all'incontro di questa sera, malgrado l'invito del Comitato organizzatore, testimonia il grosso disagio che i grillini stanno vivendo circa il problema rifiuti che, se in campagna elettorale hanno promesso di risolvere, oggi stanno dimostrando di non essere in grado di farlo. Il problema - ha continuato Minnucci - è talmente chiaro che non merita grossi giri di parole: l'impianto di compostaggio non può essere ospitato da Cesano e Osteria Nuova perché il sito individuato dal Campidoglio si trova nel cuore del centro abitato. Non è difficile capirlo: se la Raggi e la Montanari non hanno ancora capito questo, i cittadini sono pronti a fare un disegnino".
  • RIFIUTI, MINNUCCI (PD): “TUTELARE VALLE DEL TEVERE”

    "A Ponzano Romano, nel cuore della Valle del Tevere, si vive una situazione di grossa ansia: l'amministrazione comunale ha dato parere positivo circa la realizzazione di un impianto di trasformazione rifiuti in biogas su un territorio di 6 ettari, attualmente destinato a verde agricolo, senza aprire alcun tavolo di confronto con cittadini e comuni limitrofi rispetto al conseguente impatto ambientale.

    Pur riconoscendo il principio di autonomia dei nostri enti locali, davanti a temi così importanti e di grosso valore strategico, è necessario avviare un percorso di condivisione e approfondimento a salvaguardia del territorio e, soprattutto, della salute dei residenti.

    Davanti a questo scenario, la preoccupazione dei cittadini dei comuni che insistono sull'area è comprensibile: non stiamo parlando di una piccola isola ecologica, stiamo parlando di una centrale a biogas".

    Lo ha detto, in una nota, il deputato dem, Emiliano Minnucci, in diretta oggi sulle frequenze romane di Radio Italia Anni 60.

  • VALLE ANIENE, MINNUCCI – MAROCCHI (PD): “REGIONE SOSTIENE I TERRITORI CON FATTI CONCRETI”

    "La consegna di tre nuovi minibus e la firma del patto per la crescita del territorio rappresentano la grande volontà di garantire ai comuni della Valle dell'Aniene uno sviluppo organico e attento alle esigenze delle comunità residenti, a partire dall'aspetto occupazionale". Lo hanno detto in una nota congiunta il deputato dem, Emiliano Minnucci, e il consigliere del Comune di Arcinazzo e della X Comunità Montana, Luca Marocchi. "Sicuri delle potenzialità del territorio, è necessario portare avanti politiche adeguate per affrontare con lungimiranza e concretezza temi fondamentali come la disoccupazione giovanile, il trasporto pubblico locale e quello da e per la Capitale, la realizzazione di opere pubbliche a servizio dei residenti e il tema, molto sentito, della sanità. In tal senso - hanno concluso - il patto a sostegno della Valle e promosso dal Presidente Zingaretti rappresenta un atto fondamentale da rilanciare con forza anche in futuro".
  • ACQUA, MINNUCCI (PD): “BENE PESCHIERA-LE CAPORE MA CI VOGLIONO INVESTIMENTI”

    "La svolta sulle fonti Peschiera - Le Capore è indubbiamente un passo importante verso una gestione equilibrata, soprattutto sul piano economico, dell'approvvigionamento idrico della nostra regione. L'accordo siglato, che stabilisce il ristoro ai comuni del reatino, è un atto fondamentale che va nella direzione di considerare il Lazio come un unicum anche, se non soprattutto dal punto dei servizi offerti. Ora, proseguendo su questa strada, è fondamentale insistere sugli investimenti per un vero raddoppio del Peschiera al fine di garantire un servizio idrico adeguato alle esigenze degli utenti di Roma e della sua area metropolitana e, non per ultimo, tutelare quelle riserve idriche che non possono essere fortemente stressate così come accaduto quest'estate con il Lago di Bracciano. La Raggi invece di scopiazzare i comunicati della Regione Lazio ed esultare scriteriatamente, pensi piuttosto a presentarsi alla prossima conferenza dei sindaci di Ato2 a differenza di quanto fatto in piena emergenza idrica". Lo ha detto, in una nota, il deputato dem, Emiliano Minnucci.
  • ROMA, MINNUCCI (PD): “SU POVERI RAGGI VERGOGNOSA”

    “Le considerazioni lanciate dal direttore della Caritas di Roma riguardo il presunto piano anti freddo promosso da Virginia Raggi, disegnano un quadro gravissimo circa le misure che l’Amministrazione pentastellata intende adottare per accogliere i senza fissa dimora della Capitale. Continuare a ingrossare l’organico del già affollato ufficio comunicazione della sua giunta e del consiglio comunale o incentivare le assunzioni a chiamata diretta, come nel caso di Acea: sembrano essere queste le priorità della Raggi & C. che, invece di prestare attenzione alle vere esigenze della città, continua a bivaccare senza responsabilità e con grossa superficialità. La Raggi non solo si è fatta e si fa trovare impreparata ma non è riuscita neanche a coinvolgere tutte quelle realtà che ogni giorno operano sul campo per mettere in piedi un piano antifreddo serio, organico e attento alla dignità delle persone. Con questa ciliegina sulla torta così amara, possiamo dire che Roma ha toccato veramente il fondo”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci.
  • AGRICOLTURA, MINNUCCI (PD): “FAVORIRE ACCESSO ALLA TERRA E AL CREDITO”

    “Il mondo dell’agricoltura rappresenta senza ombra di dubbio un nodo focale per la nostra economia, nazionale e regionale. In questi ultimi anni, grazie alla politica promossa dal Ministro Martina e, nel territorio, dalla stessa Regione Lazio, possiamo dire di aver fatto un grosso passo in avanti verso una riforma agraria organica e attenta a tener insieme la difesa dei redditi dei lavoratori e il rispetto dell’ambiente e delle biodiversità, con l’obiettivo di produrre meglio sprecando meno. Il fulcro del lavoro realizzato in questi anni è stato quello di sostenere le famiglie che vivono di agricoltura a partire da tutti quei giovani imprenditori che hanno scelto l’agricoltura come fonte di reddito. Dai bandi per sostenere la nascita di nuove aziende al nuovo piano di sviluppo rurale, le scelte adottate in questi anni nel Lazio sono andate verso un’unica direzione: quella di incentivare il settore agricolo, a partire dai coltivatori diretti, con la volontà di garantire assistenza e risposte concrete ai bisogni di cittadini, delle associazioni e degli operatori di settore. Per incentivare il settore nel nostro Paese e anche nel mondo, attraverso una promozione adeguata dei nostri prodotti locali, la strada da fare è ancora molta. Con un attivo protagonismo dell’Arsial, su input delle Istituzioni a partire dalla stessa Regione Lazio, dobbiamo spingere sull’acceleratore per favorire l’accesso alla terra e al credito, anche attraverso una gestione oculata dei fondi europei, in modo da incentivare l’attività degli imprenditori agricoli tanto da ampliare la nostra filiera produttiva”. Lo ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, che questa mattina ha partecipato all’Assemblea Congressuale di Cia Roma a Testa di Lepre, nel comune di Fiumicino.
  • ROMA, MINNUCCI (PD): “RAGGI PENSA A FUNIVIA E ZINGARETTI RIPULISCE IL TEVERE”

    “Mentre Archimede Raggi perde tempo a disegnare i bozzetti della funivia su Roma, Zingaretti scende in campo e ripulisce le banchine sul Tevere: con responsabilità e impegno, la Regione Lazio sta sempre più diventando un vero e proprio tutor per la Capitale a cinque stelle. Se da una parte c’è una Sindaca pronta a scaricare i rifiuti della città nei territori della sua area metropolitana, dall’altra abbiamo un Presidente di Regione che, sopperendo alle mancanze dell’amministrazione grillina, mette in atto un piano di manutenzione ordinaria e straordinaria che mira al ripristino del decoro urbano della Capitale. In tutto questo, la cosa bizzarra è il reiterato atteggiamento provocatorio della Lombardi che, invece di ammonire la sua rivale grillina per questo suo immobilismo dilagante, continua a sparare sentenze sul governo regionale. Oggi parla di realtà e bugie: di fronte a questi fatti, Roberta Lombardi dovrebbe prendere atto che l’unica verità inconfutabile è la depressione della Capitale causata dalla forza del non fare a cinque stelle”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, a margine dell’inaugurazione del Comitato Zingaretti in via Sardegna 29.
  • REGIONALI, MINNUCCI (PD): “PUNTARE SULLA REGIONE PER SOSTENERE ROMA”

    “I disagi di Roma sono evidenti e sotto gli occhi di tutti: ne abbiamo prova quotidianamente vivendo la città in lungo e in largo. Decoro urbano, rifiuti ed emergenza idrica, per non parlare poi di una totale assenza di una programmazione attenta e lungimirante che Virginia Raggi aveva il dovere di mettere in campo in questo anno e mezzo di governo a cinque stelle”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, nel corso dell’iniziativa ‘Una nuova stagione per Roma e la sua Regione’ promossa dall’Associazione ‘L’Europa Migliore’ presso l’ up loft di via dei Cerchi 75. “Una situazione stagnante che, oltre a creare un serio immobilismo della Capitale, rischia seriamente di frenare la crescita della città anche da un punto di vista sociale e occupazionale. Il niet alle Olimpiadi e la fuga delle grandi multinazionali come Sky e Mediaset o come Esso e Total Erg testimoniano una grossa emorragia programmatica e amministrativa che sta creando seri problemi sia alla Capitale che alla sua Area Metropolitana. In tutto questo, poi, c’è la palese volontà della Raggi di scaricare sul territorio provinciale i veri problemi della Capitale come accaduto in quest’ultimo anno con l’emergenza idrica e come sta accadendo in queste ore con la questione rifiuti. Un atteggiamento grave quello adottato dalla Raggi che – ha continuato Minnucci - con l’inutile obiettivo di tutelare la sua poltrona agli occhi del suo bacino elettorale romano, prova a riversare nei territori fuori dai confini cittadini le emergenze della Capitale disconoscendo di fatto il suo ruolo di Sindaco dell’area metropolitana. In tal senso è paradossale notare come sia diverso il passo tra la Regione Lazio e il Comune di Roma su temi fondamentali come, per esempio, il trasporto pubblico: se da una parte abbiamo il dossier Pendolaria 2017 che indica un sostanziale miglioramento della qualità del trasporto regionale, anche grazie al nuovo contratto di servizio Regione Lazio – Trenitalia e a un lavoro importante fatto di investimenti del parco autoveicoli promosso da Zingaretti, dall’altra dobbiamo confrontarci con la grave situazione di Atac e su un sistema di trasporto urbano ormai al collasso. Per questo – ha concluso il deputato PD - solo rilanciando l’azione amministrativa promossa in questi anni da Nicola Zingaretti possiamo affermare una governance organica dell’intero territorio regionale utile a trainare la Capitale su un percorso di crescita e sviluppo”.
  • RIFIUTI, MINNUCCI (PD): ”M5S VUOLE AMMAZZARE LA PERIFERIA”

    "Le parole della Montanari rispetto alla questione dei rifiuti di Roma sono di una gravità inaudita e testimoniano l'alto grado di incompetenza di tutto il M5S. Per la Montanari gli appelli lanciati in questi giorni rispetto al nuovo piano rifiuti del Campidoglio rappresentano delle sterili polemiche pre elettorali: un atteggiamento assurdo che rischia di trasformare la periferia di Roma e il territorio della sua area metropolitana nella pattumiera della Capitale. Vorrei dare una notizia sia alla Raggi che alla stessa Montanari: cosi com'è stato per il Lago di Bracciano rispetto all'emergenza idrica, anche Cesano e Osteria Nuova non si toccano''. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci
  • DIRITTO D’AUTORE, MINNUCCI (PD): “APERTO NUOVO PERCORSO VERSO LIBERALIZZAZIONE”

    "Per affrontare un serio percorso di liberalizzazione del mercato dei diritti d'autore è oggettivo che le istituzioni mettano in campo il loro protagonismo utile a definire regole di ingaggio certe tra vecchi e nuovi operatori. Ho iniziato questa battaglia l'estate scorsa presentando un emendamento, giudicato poi inammissibile per difetto di materia, e una successiva Proposta di Legge che è attualmente al vaglio della Commissione Cultura. L'ho fatto perché convinto che il mercato dei diritti d'autore necessita di una rivisitazione organica che tenga in seria considerazione tutti, soprattutto i piccoli autori. Da oggi possiamo tranquillamente dire che il percorso verso una sana liberalizzazione del mercato dei diritti d'autore si è praticamente aperto anche in linea con l'art 19 del decreto fiscale (148/2017) collegato alla Legge di Stabilita' 2018. In questo quadro, come già ribadito in passato, il Partito Democratico, anche sulla scorta di quanto fatto fin oggi, ha il dovere di prendere in mano la situazione iniziando una discussione complessiva sul tema". Lo ha detto il deputato Pd, Emiliano Minnucci.
Pagina 10 di 39« Prima...89101112...2030...Ultima »