• AGRICOLTURA: UN NUOVO BANDO OCM VINO PER FINANZIARE SETTORE VITIVINICOLO

    La Regione Lazio ha aperto la raccolta di domande per la misura di sostegno Investimenti dell’OCM vino per la campagna 2018-2019. Il sostegno è previsto per investimenti in impianti di trattamento e in infrastrutture vitivinicole; strutture e strumenti di commercializzazione del vino diretti a migliorare il rendimento globale dell’impresa e produzione e commercializzazione dei prodotti. Il termine di realizzazione degli interventi è Il 31 luglio 2020. Clicca QUI per maggiori info.
  • Valorizzazione dei luoghi della cultura del Lazio

    Sostenere investimenti sui luoghi della cultura pubblici del Lazio per migliorarne le condizioni di fruibilità, sicurezza e accessibilità al pubblico, puntando a sviluppare le politiche di valorizzazione in rete attraverso l’incentivo per interventi di sistema. Queste le finalità del nuovo bando regionale da 3.460.000 euro, rivolto a musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici o complessi monumentali. clicca Qui per maggiori info.
  • LA REGIONE LAZIO SOSTIENE L’APICOLTURA

    L’assessorato agricoltura, promozione della filiera e della cultura del cibo, ambiente e risorse naturali ha introdotto, attraverso bando pubblico, azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura Le iniziative che si vogliono attuare con il presente sottoprogramma regionale per l’annualità 2018/2019 intendono contribuire al miglioramento della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura laziale. Per il raggiungimento degli obiettivi soprarichiamati la regione lazio, per l’annualità 2018/2019, ed in coerenza con quanto riportato nel programma apistico italiano, sostiene, attraverso l’erogazione di aiuti pubblici, diverse attività: dall’assistenza tecnica agli apicoltori, ai corsi di aggiornamento e formazione rivolti ai privati, dall’acquisto di arnie, macchine e attrezzature, all’acquisto di materiale per la conduzione dell’azienda apistica da riproduzione. La misura è rivolta ai privati (apicoltori in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli alveari) e a soggetti pubblici e enti di ricerca. La domanda di aiuto, corredata della documentazione necessaria, dovrà pervenire, entro le ore 23,59 del 15 febbraio 2019. Di seguito il bando (pdf) con tutti i dettagli.
  • “BENE INTERVENTO ONORATI PER PRATICHE LOCALI TRADIZIONALI”

    Roma, 27 aprile 2018 - "Positivo e tempestivo l'intervento dell'assessore all'Agricoltura della Regione Lazio, Enrica Onorati, sul tema delle Pratiche Locali Tradizionali, cioè delle superfici utilizzate dagli agricoltori per cui sono percepiti i premi comunitari: la ringraziamo per aver risposto prontamente anche al nostro sollecito su un tema molto importante per il nostro territorio". Lo dichiarano, in una nota congiunta, i consiglieri regionali del Lazio del Pd, Marietta Tidei e Emiliano Minucci. "Noi non siamo quelli che denunciano o puntano il dito contro qualcuno, ma siamo partecipi al lavoro di individuazione di una soluzione responsabile e soprattutto concreta", sottolineano i due consiglieri. "Molte delle superfici in questione rischiano di non godere del premio comunitario per un problema di riclassificazione: bene il lavoro attivato immediatamente dagli uffici della Direzione Agricoltura e della Direzione Ambiente della Regione per consentire successivamente alla stessa Regione di predisporre uno specifico atto dove tutte o parte di tali superfici siano certificabili ai fini dei premi comunitari", sottolineano Tidei e Minnucci. "Confidiamo nel lavoro dell'assessore Onorati per dare una risposta definitiva a un tema molto sentito dal territorio e dagli addetti ai lavori", concludono i due consiglieri.
  • RIFIUTI, MINNUCCI (PD): “TUTELARE VALLE DEL TEVERE”

    "A Ponzano Romano, nel cuore della Valle del Tevere, si vive una situazione di grossa ansia: l'amministrazione comunale ha dato parere positivo circa la realizzazione di un impianto di trasformazione rifiuti in biogas su un territorio di 6 ettari, attualmente destinato a verde agricolo, senza aprire alcun tavolo di confronto con cittadini e comuni limitrofi rispetto al conseguente impatto ambientale.

    Pur riconoscendo il principio di autonomia dei nostri enti locali, davanti a temi così importanti e di grosso valore strategico, è necessario avviare un percorso di condivisione e approfondimento a salvaguardia del territorio e, soprattutto, della salute dei residenti.

    Davanti a questo scenario, la preoccupazione dei cittadini dei comuni che insistono sull'area è comprensibile: non stiamo parlando di una piccola isola ecologica, stiamo parlando di una centrale a biogas".

    Lo ha detto, in una nota, il deputato dem, Emiliano Minnucci, in diretta oggi sulle frequenze romane di Radio Italia Anni 60.

Pagina 2 di 212