• BANDO ARSIAL PER LA PROMOZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI, AGROALIMENTARI ED ENOGASTRONOMICI DEL LAZIO

    Stanziati € 200.000,00.= sul capitolo 1.04.01.02.003 del bilancio di previsione 2019 che reca la necessaria disponibilità, quale stanziamento per l’erogazione di sovvenzioni ai Comuni a sostegno di iniziative di promozione e valorizzazione dei prodotti agricoli, agroalimentari ed enogastronomici del Lazio; di promozione turistica e territoriale, laddove connessa ai prodotti agricoli, agroalimentari ed enogastronomici tipici e tradizionali del Lazio alle condizioni tutte previste nell’ allegato avviso (allegato sub A) di cui alla Deliberazione del Consiglio di Amministrazione 31 del 18 giugno 2019.
    Scade il 5 luglio 2019

    Clicca QUI per maggiori info
  • SOCIALE: 1,3 MLN EURO PER FARE SPORT O MUSICA GRATIS

    Fare sport o attività musicali gratuitamente. Sono in arrivo 2.576 voucher per un valore di 1 milione e 300mila euro da parte della Regione Lazio in collaborazione con l’IPAB Asilo Savoia a favore delle famiglie in condizioni di fragilità, per l’accesso gratuito ad attività musicali e sportive riservate a bambini e ragazzi tra gli 8 e i 15 anni

    Clicca QUI per maggiori info
  • UN CONTRIBUTO DI LIBERTA’ PER LE DONNE CHE HANNO SUBITO VIOLENZA

    Un Contributo di Libertà per accompagnare le donne vittime della violenza maschile nel percorso verso l’autonomia e la riconquista della propria indipendenza. Con uno stanziamento complessivo di 750 mila euro mettiamo a disposizione contributi di 5mila euro per ogni donna presa in carico dalla rete regionale delle Case Rifugio.

    Clicca QUI per maggiori info.
  • 150MILA EURO DA REGIONE PER BANDE MUSICALI E CORI

    Cari amici, con grande soddisfazione vi comunico che è stato pubblicato sul BURL il sostegno economico, disposto dalla Regione Lazio, a favore delle bande musicali. Il finanziamento di 150mila euro, nasce dall’approvazione di un mio emendamento all’ultima legge di Bilancio, volto proprio a sostenere tutte quelle realtà musicali e artistiche della nostra Regione che oggi, anche grazie all’impegno dell’Amministrazione Zingaretti e della Direzione “Cultura e Politiche Giovanili” della Regione Lazio, possono finalmente contare su maggiori risorse a sostegno della loro attività.
    Si tratta di una vera e propria boccata d’ossigeno a tutte quelle bande musicali e ai gruppi corali, coreutici e teatrali che faticano a portare avanti la loro importante attività a causa della mancanza di fondi e contributi. Spero vivamente che si tratti solo dell’inizio di un costante impegno da parte della Regione Lazio nel supportare l’attività di quest’importante settore simbolo di cultura, storia e tradizione dei nostri territori.

    Un caro saluto
    Emiliano Minnucci


    Clicca QUI per visionare l albo delle bande che potranno partecipare all'avviso.


    Di seguito il testo del bando con tutte le info:
  • Sostegno a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio

    Obiettivi:
    Promozione del patrimonio artistico, architettonico, archeologico, monumentale e storico del Lazio attraverso attività di spettacolo dal vivo (teatro, musica e danza)

    Beneficiari.
    Soggetti giuridici privati che operano nello spettacolo dal vivo in possesso di un titolo di disponibilità da parte dei proprietari del bene Enti locali, enti di gestione delle aree naturali protette, ed istituti del MiBAC competenti in materia

    Spesa ammissibile, Contributo e modalità di erogazione:
    Il contributo regionale non può superare il 80% dei costi ammissibili ed in nessun caso eccedere il pareggio di bilancio.

    Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di spesa così come riportate nell’allegato E:
    Spese per il personale;
    Spese per ospitalità direttamente imputabili all’iniziativa;
    Spese per gestione spazi fino ad un massimo del 10% delle spese ammissibili;
    Spese per pubblicità e comunicazione, fino ad un massimo del 10% delle spese ammissibili.


    Clicca QUI per maggiori info.
  • AL VIA IL BANDO “ESTATE DELLE MERAVIGLIE 2019” PER MANIFESTAZIONI CULTURALI ED EVENTI

    Al via il bando “Lazio delle Meraviglie – Estate 2019”: con un finanziamento complessivo di 1,2 milioni di euro, la Regione sostiene i Comuni del Lazio per eventi, feste, manifestazioni e iniziative turistiche e culturali. A ciascun Comune saranno destinati un massimo di 7.000 euro per progetti di promozione del territorio. Grande attenzione ai progetti che seguono i principi della sostenibilità ambientale.

    “Anche quest’anno la Regione intende dare un sostegno concreto a tutti i Comuni del Lazio per programmare iniziative e manifestazioni di promozione del proprio patrimonio di cultura, tradizione e tipicità - ha dichiarato l’assessora regionale al Turismo e alle Pari Opportunità Lorenza Bonaccorsi - Con la pubblicazione del bando “Lazio la Regione delle Meraviglie – Estate 2019” continua il nostro impegno per il rilancio concreto del turismo nei borghi del Lazio in cui si custodiscono tesori artistici e si tramandano antiche tradizioni culturali ed enogastronomiche. Daremo particolare attenzione ai progetti in grado di promuovere il territorio seguendo il principio della sostenibilità, con al centro dell'attenzione i temi della tutela ambientale, la riduzione della produzione dei rifiuti, l’utilizzo di strumenti plastic free”.

    Clicca QUI per scaricare il Bando
  • POR FSE, bando da oltre 3 milioni di euro per l’Agricoltura sociale

    Sostenere l’agricoltura per favorire l’inclusione sociale e l’inserimento lavorativo dei soggetti in condizioni svantaggiate, favorendo al contempo la coesione territoriale e lo sviluppo di un’economia solidale. Sono queste le principali finalità dell’avviso pubblico finanziato con risorse del POR FSE - 2014-2020 e incluso nell’Asse II – Inclusione sociale e lotta alla povertà - Priorità di investimento 9 i) Obiettivo specifico 9.1 “Reti per lo sviluppo dell’agricoltura sociale per l’inserimento socio – lavorativo di soggetti in condizioni di svantaggio”. Il bando, che punta a superare la logica del mero assistenzialismo, coniuga pertanto l’utilizzo delle risorse agricole e il processo produttivo multifunzionale con lo svolgimento di attività sociali al fine di generare benefici inclusivi, sostenere percorsi terapeutici, riabilitativi e di cura che favoriscano la coesione sociale e riducano il rischio di marginalizzazione.
    A beneficiare dell’avviso, che stanzia la somma complessiva di 3.200.000 euro, sono le ATI/ATS costituite/costituende finalizzate alla realizzazione di Reti per lo sviluppo dell’agricoltura sociale.

    Il capofila dell’ATI/ATS dovrà essere uno tra i soggetti del terzo settore, insieme ad almeno uno dei seguenti soggetti:
    cooperativa sociale di cui all’articolo 2, comma 1, della legge 18 agosto 2015, n. 141 che esercitano attività agricole e che svolgono o hanno svolto attività di Agricoltura Sociale, negli ultimi cinque anni dalla presentazione della candidatura al presente Avviso e/o - imprenditore agricolo di cui all'articolo 2135 del codice civile operatore accreditato per la Formazione Professionale ai sensi della normativa regionale per le utenze speciali. L’ATI/ATS potrà comprendere anche la presenza di università e altri enti pubblici.

    Destinatari sono invece i soggetti in condizione di svantaggio così intesi:
    giovani tra i 18 e i 29 anni in condizioni di disagio economico e sociale definito dai seguenti elementi: inoccupazione persistente, famiglie multiproblematiche, condizioni a rischio per uso stupefacenti e micro criminalità; persone prese incarico e/o censite dai servizi socio-sanitari con problemi di dipendenza da alcool e sostanza stupefacenti o psicotrope, da gioco d’azzardo patologico nonché di altre forme di dipendenze anche non legate a sostanze; persone dimesse da ospedali psichiatrico-giudiziari; persone in misura alternativa alla detenzione o in misura di sicurezza in carico agli Uffici di Esecuzione Penale Esterna; donne vittime di violenza prese in carico dalla rete antiviolenza e avviate verso percorsi di autonomia; disabili (art.3 comma 1 della legge 104/92) e/o persone con disagio psichico diagnosticato dalle strutture sanitarie pubbliche, con esclusione dei soggetti per cui sia certificata la non collocabilità al lavoro; migranti che godano dello stato richiedenti asilo o beneficiari di protezione internazionale. Le ATI/ATS potranno presentare una sola proposta progettuale per un solo ambito territoriale, ciascun progetto potrà ottenere un contributo dell’importo massimo di 400.000 euro che verrà erogato in tre tranche:
    anticipo pari al 40% del contributo; secondo anticipo pari al 40% del contributo; pagamento finale commisurato all’importo riconosciuto Il progetto potrà avere una durata massima di 12 mesi e, per ogni singolo destinatario, il percorso individuale e le relative le azioni che lo articolano non potranno superare gli 11 mesi.

    Le proposte progettuali dovranno pervenire dalle ore 9 del 4 giugno 2019 alle ore 12 del 2 luglio 2019

    Clicca QUI per maggiori info.
  • Girls 4 STEM in Europe: bando per un progetto pilota

    Obiettivo: Contribuire a promuovere e a insegnare alle ragazze le materie scientifiche, ingegneristiche, tecnologiche e matematiche (STEM) in modo attraente e coinvolgente, al fine di affrontare il divario di competenze esistente nei settori STEM all'interno dell'UE e in particolare la carenza di donne e i crescenti tassi di abbandono delle scuole a indirizzo STEM da parte delle ragazze.

    Clicca QUI per maggiori info.
  • Miglioramento e ripristino della viabilità forestale extra aziendale

    Potenziare la redditività delle aziende agricole e forestali e la competitività dell’agricoltura in tutte le sue forme, promuovere tecniche innovative per le aziende agricole e forestali e la gestione sostenibile delle foreste nell’intento di migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende ed incoraggiarne la ristrutturazione e l’ammodernamento, in particolare per aumentare la quota di mercato e la diversificazione delle attività.

    Sono questi gli obiettivi dell’avviso PSR FEASR Misura 04 "Investimenti in immobilizzazioni materiali" Sottomisura 4.3 – Tipologia di operazione "Miglioramento e ripristino della viabilità rurale e forestale extra aziendale, punti di abbeveraggio" - Intervento 4.3.1.2 Miglioramento e ripristino della viabilità forestale extra aziendale.

    Gli investimenti ammissibili dall’avviso che stanzia complessivamente 4.800.000 euro, devono riguardare la sistemazione e la ristrutturazione delle strade forestali extra-aziendali esistenti e permanenti, soggette a pubblico transito, che risultino classificate vicinali ai sensi della L.R. n. 72/80 o che risultino vicinali da atti catastali o da Codice della Strada (D. Lgs. n. 285/92 e s.m.i.) e siano finalizzate a facilitare le operazioni selvicolturali e la gestione attiva delle superfici forestali. Sono escluse le strade classificate come statali, regionali, provinciali e comunali.

    Sono eleggibili esclusivamente gli interventi previsti nelle strade vicinali ricadenti in aree agricole come definite dai Piani Regolatori Generali dei comuni del Lazio.

    Destinatari e beneficiari della misura sono, tra i soggetti pubblici:

    I Comuni e loro Unioni; Le Comunità Montane;

    tra i soggetti privati:

    Gli enti che gestiscono terreni di uso collettivo (Università Agrarie, ASBUC - Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico, Comunanze Agrarie); Le associazioni di agricoltori che realizzano investimenti collettivi nella tipologia di operazione 4.1.1 Investimenti nelle singole aziende agricole finalizzate al miglioramento delle prestazioni.

    L'intensità dell'aiuto, comprensiva di spese generali, è fissata nella misura del 100% della spesa ammissibile per i beneficiari pubblici e nella misura dell’80% per i beneficiari privati.

    Per i beneficiari privati il contributo massimo ammissibile è pari a 200.000 euro in applicazione del regime “de minimis”, ai sensi del Reg. (UE) N. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.

    Il massimale del costo totale dell’investimento ammissibile pari a 350.000 euro comprensivo dell’IVA.

    La compilazione, la stampa e l’inoltro (rilascio informatico) della domanda di sostegno deve essere presentata entro il 5 luglio 2019, e deve essere effettuata esclusivamente mediante apposita procedura informatica.

    Clicca QUI per maggiori info.
  • REGIONE LAZIO: OGGI AL VIA IL BANDO “ITINERARIO GIOVANI”

    5,2 milioni di euro per riqualificare 20 luoghi pubblici inutilizzati in nuovi spazi per i giovani gestiti dai giovani

    30/04/2019 - Trasformare spazi inutilizzati in luoghi per i giovani, questo l’obiettivo del Bando ‘Itinerario giovani’ pubblicato sul BUR n. 35 del 30.04.2019. La nuova iniziativa intende sostenere l’apertura e il potenziamento di spazi pubblici da riqualificare destinandoli alle ragazze e ai ragazzi under 35. Palazzi, uffici, scuole, caserme, stazioni: nei Comuni del Lazio qualsiasi spazio, inutilizzato o sottoutilizzato, potrà essere trasformato in un luogo propulsore delle energie delle nuove generazioni.

    L’iniziativa ha l’obiettivo di dare vita a 20 nuovi centri dedicati ai giovani del territorio: 2 ostelli e 2 spazi dedicati alle attività per ogni provincia del Lazio. Le attività turistico-ricettive degli Ostelli e quelle di animazione culturale degli spazi saranno gestite da organizzazioni under 35 che dovranno riattivare i luoghi, attrarre flussi giovanili esterni e coinvolgere le comunità giovanili locali.

    “Itinerario Giovani è un progetto in cui crediamo molto – afferma il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – perché è un’operazione che coniuga due obiettivi fondamentali della nostra amministrazione: la valorizzazione del patrimonio presente sul territorio regionale e il coinvolgimento dei giovani. Solo partendo dalle nuove generazioni, ascoltando e mettendo in pratica i loro progetti, possiamo produrre un cambiamento reale e rivitalizzare luoghi dismessi con attività che sono in grado di parlare la lingua del futuro”.

    Entro il 1 luglio 2019 i Comuni e gli Enti Pubblici potranno candidare gli spazi che intendono valorizzare, presentando un progetto di ristrutturazione e un progetto di animazione culturale/turistica che abbia una durata minima di 2 anni. La Regione finanzierà i migliori progetti, che dovranno essere realizzati dai giovani per i giovani under 35, fino a un massimo di 288.000 euro.

    L’azione viene rafforzata con un ulteriore investimento di 500.000 euro destinato alla realizzazione di un palinsesto di attività dedicate ai giovani all’interno dell’Ostello del Castello di Santa Severa e del Palazzo Doria Pamphilj di San Martino del Cimino, di proprietà regionale.

    Il progetto è realizzato con il sostegno economico della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

    Clicca QUI per le info e per scaricare l Bando
Pagina 1 di 3123