• “GLI AUMENTI DEGLI ABBONAMENTI TRENITALIA SONO SPROPOSITATI. NECESSARIO INTERVENTO DEL GOVERNO”

    Roma, 17 gennaio 2017 – “Trenitalia ha lanciato i suoi nuovi abbonamenti per l’Alta Velocità e lo ha fatto introducendo degli aumenti tariffari che, oltre ad essere spropositati, rappresentano una grossa beffa per tutti quei pendolari che quotidianamente devono fare i conti anche con continui disagi e disservizi. Stiamo parlando di aumenti di circa il 35% e, come tali, non possono essere accettati né dagli utenti né tantomeno dallo stesso Governo che ha il dovere di intervenire chiedendo a Trenitalia di rivedere questi incrementi così improvvisi e gravosi per tutti i pendolari” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando gli aumenti tariffari dei nuovi abbonamenti imposti da Trenitalia.
  • “LA FR3 QUESTA MATTINA È STATA UN INFERNO”

    Roma, 21 novembre 2016 – “Già dalle prime ore di questa mattina ho ricevuto numerose segnalazioni di gravi disservizi sulla linea ferroviaria FR3 Viterbo/Roma. I continui ritardi hanno creato una situazione infernale con banchine super affollate e convogli presi d’assalto dai pendolari con alcuni di questi addirittura incastrati tra le porte di entrata. Questo non è più accettabile per un Paese come il nostro dove i treni, che dovrebbero offrire un servizio efficiente e decente, si trasformano in veri e propri carri bestiame. Bene il Patto per il Lazio ma soprattutto il nuovo contratto di servizio sottoscritto dalla Regione Lazio lo scorso 28 ottobre che non punta esclusivamente a un sostanziale ammodernamento del parco mezzi ma anche al miglioramento del rapporto tra cliente e fornitore con l’introduzione di indicatori di performance dimensionati. Ora, oltre ad accelerare i tempi per l’inizio dei lavori di rifacimento delle linee ferroviarie, è necessario avviare anche quel sistema di monitoraggio previsto nel nuovo contratto sottoscritto tra Regione e Trenitalia con l’attivazione di penali a carico dell’azienda qualora non venissero assicurati i canoni di servizio previsti. Dalla puntualità nell'orario al monitoraggio dei treni, dalla pulizia alle condizioni igieniche dei convogli: per non trasformare questi aspetti in semplici e banali chimere è necessario che Trenitalia risponda agli impegni assunti o, nel caso contrario, faccia fronte al pagamento di quelle penali nel rispetto dei cittadini ma anche della stessa Regione Lazio che, sotto la guida Zingaretti, è riuscita nell’impresa di sanare il suo bilancio e migliorare i servizi offerti ai cittadini” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, a commento dei continui disservizi che si sono verificati questa mattina lungo la tratta ferroviaria Viterbo/Cesano/Roma.
  • “IL NUOVO CONTRATTO DI SERVIZIO RIVOLUZIONA I TRASPORTI NELLA NOSTRA REGIONE”

    Roma, 28 ottobre 2016 – “Nella nostra regione le cose cambiano e cambiano in meglio. Anche sul piano dei trasporti” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, dopo la firma del nuovo contratto di servizio per la gestione del trasporto pubblico sulle ferrovie, sottoscritto oggi dalla Regione Lazio e Trenitalia. “L’accordo di questa mattina si pone in continuità con il ‘Patto per il Lazio’ definito a maggio da Zingaretti e Renzi con l’obiettivo di migliorare il trasporto pubblico e rendere la nostra regione ancor più competitiva. Nuovi convogli, rinnovamento del parco rotabile su Fiumicino e milioni di investimenti sulla rete ferroviaria regionale tra cui la Roma-Viterbo e il tratto tra Cesano e Bracciano dove è previsto il raddoppio dei binari: oltre a vincolare Trenitalia per un’erogazione attenta e mirata del servizio a differenza del vecchio contratto, l’accordo di questa mattina si concentra in maniera seria e determinata sul territorio a nord della Capitale al fine di migliorare la frequenza e la qualità del servizio. La buona notizia per nostri pendolari, inoltre, arriva dalla volontà di Regione e Trenitalia di convocare periodicamente comitati e associazioni per verificare collegialmente lo stato di attuazione del contratto, accogliendo esigenze e priorità. Una prassi che riconosce ai pendolari del Lazio un ruolo fondamentale, passando da semplici utenti a protagonisti attivi del processo di miglioramento dei trasporti della nostra regione. In quest’ottica – ha concluso Minnucci – dopo l’incontro della scorsa settimana con la delegazione del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord, ho invitato formalmente il Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’area a convocare i pendolari per comprendere le loro necessità e capire come le Istituzioni locali possono intervenire con azioni mirate per facilitare il collegamento tra i territori e la Capitale. Nel contempo, inoltre, ho chiesto ufficialmente al Prefetto Basilone di potenziare la sicurezza delle stazioni al fine di ridurre tutti quegli atti di vandalismo che si consumano quotidianamente nei parcheggi di scambio: solo attraverso una collaborazione attiva tra più livelli possiamo offrire risposte certe ed adeguate ai nostri concittadini”.
  • TRASPORTI, MINNUCCI (PD): OTTIMA NOTIZIA CONSEGNA NUOVO TRENO VIVALTO. LA REGIONE LAZIO LAVORA PER I PENDOLARI

    “L’inaugurazione avvenuta oggi a Ladispoli del  17esimo treno Vivalto sui 26  acquistati dalla regione Lazio grazie all’accordo siglato con Trenitalia è un’ottima notizia sia per i pendolari della tratta Roma-Civitavecchia sia perché conferma la buona amministrazione finanziaria della Regione, che non solo è riuscita ad appianare i debiti contratti dalla giunta Polverini ma è anche tornata ad investire sulla sicurezza e la qualità dei trasporti pubblici”. - Così il deputato PD, Emiliano Minnucci. “Stiamo parlando – ha poi continuato Minnucci – del terzo treno inaugurato sulla tratta FL5 in un anno e mezzo, che si traduce in 1.500 posti in più al giorno per i pendolari, a cui viene finalmente garantito un servizio migliore ed adeguato. Lo sforzo della giunta Zingaretti volto a rinnovare totalmente i treni della rete regionale entro il 2020 è sicuramente lodevole e necessario e dimostra una vicinanza ai pendolari e al trasporto pubblico che non si vedeva da tempo nella nostra regione”.
  • Frecciarossa 1000: Italia sta vincendo sfida dell’alta velocità ora trasporto regionale prioritario.

    Questa mattina in qualità di membro della Commissione Trasporti della Camera ho partecipato al test del nuovo Frecciarossa 1000 di Trenitalia. Il treno, dedicato a Pietro Mennea, raggiunge una velocità massima reale di 360 km/h e dal 14 giugno sarà attivo sulla linea Torino-Milano-Roma-Salerno. L'alta velocità rappresenta sicuramente una sfida importante per il futuro del nostro Paese. Una sfida che stiamo affrontando e vincendo. Ora l’attenzione si deve spostare con forza sul miglioramento e la sicurezza del trasporto regionale dei pendolari.