• “SULLA MULTISERVIZI I GRILLINI SOLO PAROLE E NIENTE FATTI”

    Roma, 19 marzo 2018 – “La questione della Multiservizi può essere descritta parafrasando il celebre successo discografico di Mina del 1972. In questo caso il testo è stato scritto dalla coppia Raggi – Gennaro, rispettivamente Sindaco e Assessore alle Partecipate in Campidoglio, che in questi mesi hanno mitigato le ansie e le proteste dei lavoratori della Multiservizi attraverso parole e promesse che poi, considerati i fatti, non hanno trovato un seguito concreto utile a salvaguardare i posti di lavoro. Le lettere di licenziamento consegnate questa mattina a 30 lavoratori della partecipata di secondo livello di Roma Capitale, testimoniano ancora una volta l’inconcludenza di una giunta che oltre le parole non sa andare. Governare non significa ammaliare i cittadini. Governare significa prendere impegni e saperli concretizzare con l’obiettivo di fornire risposte serie e adeguate. I licenziamenti odierni rappresentano un’altra presa per i fondelli targata cinquestelle”. Lo ha detto il Consigliere Regionale, eletto nella liste del PD, Emiliano Minnucci.
  • “GRILLINI LASCIANO IL CONSIGLIO METROPOLITANO PER NON AFFRONTARE LA QUESTIONE RIFIUTI”

    Roma, 18 maggio 2017 – “Quello che è accaduto ieri nel corso del Consiglio Metropolitano è un fatto molto grave che fa riflettere sul modo di amministrare del Movimento cinquestelle. I Consiglieri Metropolitani grillini di Roma Capitale, infatti, nel momento della discussione della mozione presentata dal gruppo ‘Le Città della Metropoli’ sulla questione rifiuti, hanno abbandonato l’aula facendo automaticamente mancare il numero legale e rendendo di fatto impossibile la sua votazione. Un atteggiamento che ha leso lo spirito democratico della discussione annientando inevitabilmente l’azione delle forze politiche di opposizione che, con la mozione, intendevano chiedere una rivisitazione del documento inviato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale ai 120 sindaci del territorio per l’individuazione di siti alternativi e idonei a ospitare impianti di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti. Se i grillini pensano che quello dei rifiuti sia un tema da trattare nelle segrete stanze del Campidoglio magari in video conferenza con Genova hanno capito male: il problema dei rifiuti di Roma è un argomento che necessita di essere affrontato collegialmente con tutti i sindaci e gli amministratori del nostro territorio al fine di trovare insieme una soluzione adeguata nel rispetto delle norme comunitarie e per una corretta gestione. La Raggi e il burattinaio ligure non possono pensare che, per difendere l’immagine della Sindaca e di conseguenza di tutto il movimento, i rifiuti di Roma possano essere trasferiti in provincia senza consultare tutti quegli amministratori locali che quotidianamente offrono il loro contributo e il loro impegno ai loro territori e alle loro comunità”. Lo hanno riferito in una nota congiunta il capogruppo de ‘Le Città delle Metropoli’ in Consiglio Metropolitano, Federico Ascani, e il deputato PD, Emiliano Minnucci.