• “GIORNATA STORICA: DA OGGI SIAMO UN PAESE PIU’ CIVILE”

    “Con questa fiducia e l’approvazione del provvedimento sulle Unioni Civili siamo da oggi un Paese più giusto e più civile” ha detto l’Onorevole del Partito Democratico, Emiliano Minnucci, commentando l’importante risultato ottenuto con il voto alla fiducia sul tema delle Unioni Civili. “È stato un percorso lungo che, nonostante il dietrofront dei grillini, si è concluso con un risultato di portata storica per l’Italia e per un Governo che, a partire dalla legge sull’Omicidio stradale, ha incentrato il suo mandato sul rispetto di quei diritti che per troppi anni hanno vissuto di ritardi e promesse mancate. Oggi abbiamo scritto una nuova pagina del nostro Paese e di questo, noi e tutti gli italiani, ne dobbiamo essere orgogliosi”. 13177073_1379434872082121_1891134336987968362_n
  • IMU AGRICOLA. MINNUCCI (PD): SODDISFAZIONE PER ESENZIONI APPROVATE AL SENATO

    “Non posso che esprimere grande soddisfazione per l’approvazione avvenuta ieri al Senato dell’emendamento,  che riduce notevolmente il numero di Comuni italiani nei quali i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali avranno l’obbligo di pagare l’IMU sui terreni agricoli nel 2015, attraverso il riconoscimento della specificità dei Comuni collinari svantaggiati. Un emendamento su cui ho più volte discusso con i miei colleghi senatori e che trova la mia totale condivisione poiché migliora la normativa sull’IMU agricola nella direzione auspicata dai numerosi agricoltori che ho avuto modo di incontrare nelle scorse settimane”. Così il deputato PD, Emiliano Minnucci, ha commentato l’approvazione avvenuta ieri in Senato dell’emendamento 1.1000 al DDL 1749 recante misure urgenti in materia di esenzione IMU. “L’emendamento – ha proseguito Minnucci – attraverso l’introduzione di una franchigia di 200 euro permetterà l’esenzione dal pagamento a molti coltivatori diretti e imprenditori agricoli. I comuni interessanti nella sola Provincia di Roma sono: Albano Laziale, Anguillara Sabazia, Bracciano, Campagnano di Roma, Canale Monterano, Capena, Castelnuovo di Porto, Cerveteri, Civitella San Paolo, Colleferro, Fiano Romano, Filacciano, Formello, Gavignano, Genzano di Roma, Labico, Lanuvio, Magliano Romano, Manziana, Mentana, Montelibretti, Monterotondo, Morlupo, Nazzano,  Nemi, Nerola, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Santa Marinella, Sant'Oreste, Torrita Tiberina, Trevignano Romano e Velletri. Si tratta di un primo importante risultato. Da parte mia continuerò a lavorare per l’introduzione dell’esenzione anche per i terreni ricadenti e limitrofi alle riserve e ai parchi naturali o soggetti a frequenti esondazioni ed allagamenti. Credo sia inoltre importante predisporre una fotografia aggiornata delle aree agricole nazionali, al fine di non produrre iniquità nell'applicazione della norma.” Questo il link al testo dell'emendamento: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emend&leg=17&id=904333&idoggetto=919927
  • Sacrofano: presentata interrogazione su scioglimento giunta comunale

    Venerdì 23 gennaio ho depositato come primo firmatario un'interrogazione parlamentare rivolta al Ministro dell'Interno, Angelino Alfano, riguardante il caso del mancato scioglimento della giunta comunale di Sacrofano, in seguito ai fatti emersi dall'inchiesta “Mondo di mezzo”, condotta dalla D.I.A. presso la Procura della Repubblica di Roma. Lo scorso 5 dicembre 2014, infatti, i Gruppi Consiliari “Alternativa civica” e “Sacrofano Progetto Comune” (SPC), hanno presentato al Prefetto della Provincia di Roma una richiesta di scioglimento del Consiglio Comunale di Sacrofano (RM) per fenomeni di tipo mafioso (ex art. 143 D. Lgs. sacrofano legalità267/00) poiché il Sindaco Tommaso Luzzi risultava tra gli indagati, per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso nell'inchiesta "Mondo di mezzo". Una richiesta a cui non è stato dato seguito neanche dopo il Consiglio Comunale straordinario tenutosi il 22 dicembre 2014, con il risultato paradossale che ancora oggi Tommaso Luzzi ricopre la carica di Sindaco Una situazione inaccettabile a cui credo sia fondamentale intervenire al più presto. L'interrogazione, firmata anche da altri colleghi del PD e di SEL, richiede ufficialmente al Ministro dell'Interno, e quindi al Governo, il ripristino delle più elementari regole democratiche e di legge che sono state ripetutamente violate in seno al Comune. Cliccando a questo link è possibile scaricare l'interrogazione parlamentare Per approfondire
  • La mia intervista a Radio Cusano