• “L’INFORMAZIONE LOCALE DEVE ESSERE TUTELATA”

    "Con il fallimento dell'emittente televisiva Romauno continua la lenta e angosciosa agonia delle reti private locali costrette ad affrontare il concreto rischio del fallimento" ha dichiarato l'On. Emiliano Minnucci, membro della Commissione Parlamentare trasporti, poste e telecomunicazioni. "Quella di Romauno è una vicenda che merita la massima attenzione da parte delle Istituzioni sia per tutelare la sorte professionale dei lavoratori sia per salvaguardare un importante mezzo di informazione locale che ha garantito un servizio attento e puntuale ai cittadini di Roma e del Lazio. Per questo, dunque, ho provveduto a inoltrare al Ministro Guidi un'interrogazione al fine di trovare una soluzione, anche attraverso l'istituzione di un tavolo di confronto, affinché venga salvaguardata l'emittente e, di conseguenza i diritti dei giornalisti e dei tecnici interessati. Le Istituzioni non possono rimanere inermi e prendere atto passivamente del lento declino delle emittenti locali che, a causa dell'evidente calo della pubblicità e l'aumento dei costi di gestione, lottano quotidianamente tra la vita e la morte" ha concluso l'On. Minnucci commentando il fallimento della rete televisiva privata Romauno.
  • ALITALIA: “RISPETTO PER I LAVORATORI DI AMS”

    “La situazione dei lavoratori di AMS sta assumendo contorni imbarazzanti e decisamente gravi” è quanto riferito dall’On. Emiliano Minnucci, membro della Commissione Parlamentare trasporti, riguardo la scelta di delocalizzare l’azienda impegnata nella manutenzione e nella revisione dei motori della flotta Alitalia. “Ieri la manifestazione dei lavoratori della Cub Trasporti, oggi il sit-in dei lavoratori di AMS: l’aeroporto di Fiumicino è ormai diventato palcoscenico di continue proteste e contestazioni da parte di tutti quei lavoratori che prestano servizio ad Alitalia. Malgrado i ripetuti appelli e le rassicurazioni fornite anche dalla stessa compagnia aerea, la situazione non ha conosciuto nessun nuovo scenario e questo, a mio avviso, è molto grave. Non possiamo non tener conto della vita di 240 persone che rischiano di non avere più un impiego per cause totalmente indipendenti da loro, non possiamo tener conto dell’atteggiamento intransigente assunto da Alitalia, non possiamo non tener conto che l’eventuale chiusura di AMS costituirebbe un fatto gravissimo non solo dal punto di vista occupazionale ma anche da quello aziendale con la scomparsa di una azienda che rappresenta un’eccellenza europea nel settore della manutenzione e revisione di motori e componenti aeronautici. Per questo, dunque, - ha concluso l’On. Minnucci - ho provveduto a inviare una nuova lettera al Ministro Guidi in cui, non solo ho espresso la mia grande amarezza per non aver ancora ricevuto alcuna risposta alla mie continue sollecitazioni, ma anche per richiedere con forza un intervento serio, ma soprattutto imminente, del Governo al fine di scongiurare un’ipotesi scellerata che avrebbe conseguenze terribili sulla vita di 240 lavoratori e delle loro famiglie”.
  • (LZ) LAVORO. MINNUCCI: PREOCCUPAZIONE PER EX DIPENDENTI ALITALIA

    DIRE) Roma, 16 set. - "Nonostante i notevoli sforzi fatti finora sia dal Governo che dalla Regione Lazio, credo sia fondamentale affrontare e risolvere al piu' presto le difficili situazioni di molti lavoratori ed ex-dipendenti Alitalia. Per questo motivo questa mattina ho inviato una lettera ai Ministri Delrio, Poletti e Guidi, al Presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano e all'Assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente per condividere con loro la forte preoccupazione sul futuro dei 184 ex-dipendenti Alitalia che hanno aderito al 'Piano Alitalia Regione Lazio', dei 240 lavoratori dell'Alitalia Maintenance Systems (Ams) e dei tanti ex-dipendenti Alitalia a cui a breve scadranno tutte le forme di ammortizzazione sociale, lasciando nei fatti senza alcun reddito moltissime famiglie laziali". Cosi' in un comunicato il deputato Pd e membro della Commissione Trasporti, Emiliano Minnucci. "Una situazione che rischia di avere ripercussioni economiche e sociali serissime su un territorio che sta provando con molte difficolta' ad uscire da un durissimo periodo di crisi. Sono consapevole del fatto che la Regione Lazio ed il Governo, stanno lavorando da tempo per trovare delle soluzioni idonee ma ritengo indispensabile fare uno sforzo ulteriore per dare delle garanzie ed una prospettiva di futuro alle tantissime famiglie coinvolte, prima che sia troppo tardi. Personalmente sono pronto a fare la mia parte e ad organizzare e partecipare a tutte le iniziative volte a cercare soluzioni serie e concrete per sbloccare una situazione che si fa sempre piu' allarmante", conclude Minnucci. (Comunicati/ Dire) 17:20 16-09-15 NNNN Clicca qui per scaricare il testo della lettera inviata questa mattina al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, al Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, al Ministro per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, al Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, Cesare Damiano ed all’assessore al lavoro della regione Lazio, Lucia Valente.