• “GRILLINI LASCIANO IL CONSIGLIO METROPOLITANO PER NON AFFRONTARE LA QUESTIONE RIFIUTI”

    Roma, 18 maggio 2017 – “Quello che è accaduto ieri nel corso del Consiglio Metropolitano è un fatto molto grave che fa riflettere sul modo di amministrare del Movimento cinquestelle. I Consiglieri Metropolitani grillini di Roma Capitale, infatti, nel momento della discussione della mozione presentata dal gruppo ‘Le Città della Metropoli’ sulla questione rifiuti, hanno abbandonato l’aula facendo automaticamente mancare il numero legale e rendendo di fatto impossibile la sua votazione. Un atteggiamento che ha leso lo spirito democratico della discussione annientando inevitabilmente l’azione delle forze politiche di opposizione che, con la mozione, intendevano chiedere una rivisitazione del documento inviato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale ai 120 sindaci del territorio per l’individuazione di siti alternativi e idonei a ospitare impianti di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti. Se i grillini pensano che quello dei rifiuti sia un tema da trattare nelle segrete stanze del Campidoglio magari in video conferenza con Genova hanno capito male: il problema dei rifiuti di Roma è un argomento che necessita di essere affrontato collegialmente con tutti i sindaci e gli amministratori del nostro territorio al fine di trovare insieme una soluzione adeguata nel rispetto delle norme comunitarie e per una corretta gestione. La Raggi e il burattinaio ligure non possono pensare che, per difendere l’immagine della Sindaca e di conseguenza di tutto il movimento, i rifiuti di Roma possano essere trasferiti in provincia senza consultare tutti quegli amministratori locali che quotidianamente offrono il loro contributo e il loro impegno ai loro territori e alle loro comunità”. Lo hanno riferito in una nota congiunta il capogruppo de ‘Le Città delle Metropoli’ in Consiglio Metropolitano, Federico Ascani, e il deputato PD, Emiliano Minnucci.
  • CITTÀ METROPOLITANA, “IN BOCCA AL LUPO AL NUOVO CONSIGLIO. IL TERRITORIO SARÀ BEN RAPPRESENTATO”

    Roma, 10 ottobre 2016 – “I risultati elettorali di Palazzo Valentini se da una parte testimoniano la prima grande sconfitta della Sindaca Raggi e del M5S dall’altra ci dicono che il territorio della provincia resta ben rappresentato dai nostri consiglieri eletti” ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando i risultati delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Metropolitano di Roma Capitale. “La Raggi non ha la maggioranza in Consiglio: l’approssimazione palesata in questi mesi dal M5S con le sue lotte interne e con le sue contraddizioni ha prodotto questo risultato abbastanza clamoroso. Un risultato che obbliga la Raggi a iniziare un percorso aperto alla discussione e alla partecipazione di tutte le forze politiche rappresentate nel nuovo Consiglio Metropolitano al fine di affrontare con lungimiranza e serietà le esigenze di un territorio intero e non solo circoscritto al Grande Raccordo Anulare. In bocca al lupo, dunque, a tutti i nuovi Consiglieri e soprattutto al primo degli eletti, Federico Ascani, che avrà la possibilità di proseguire il lavoro già avviato in questi ultimi anni nel Consiglio Metropolitano con impegno e determinazione. Nota dolete invece – ha concluso Minnucci – è la mancata elezione di Mauro Alessandri che fa perdere al Consiglio Metropolitano un elemento di indiscusso valore politico e istituzionale”.