• RIUNIRE I GIOVANI E VALORIZZARE LE ECCELLENZE

    Dall'iniziativa di impegnare e valorizzare le democratiche e i democratici del territorio under 40 alle situazioni locali legate al tema dei trasporti, dalla ferrovia Roma Nord all'Ospedale Padre Pio di Bracciano, dal Consorzio del Lago al sottopasso su Via Anguillarese: questi i temi trattati dell'On. Emiliano Minnucci nel suo contributo pubblicato ieri sulle pagine de "Il giornale della Provincia". Per l'occasione il deputato Dem ha lanciato un augurio di buon lavoro al Direttore e a tutti i collaboratori del quotidiano per questa loro "nuova affascinante avventura editoriale con l’obiettivo di garantire un’informazione autonoma nel territorio dell’intera area metropolitana di Roma Capitale". articoloColgo questa occasione per esprimere il mio in bocca al lupo al quotidiano ‘La Provincia’ che in questi giorni ha iniziato una nuova affascinante avventura editoriale con l’obiettivo di garantire un’informazione autonoma nel territorio dell’intera area metropolitana di Roma Capitale. Un’iniziativa ambiziosa che ha bisogno del sostegno di tutti, a partire dalle Istituzioni locali e dagli stessi cittadini, per poter diventare un vero punto di riferimento del nostro territorio da sempre bisognoso di uno strumento d’informazione pronto a dar voce a tutte le realtà locali che, anche su questo piano, non devono essere fagocitate dalla Capitale. Roma è un’opportunità per la sua area metropolitana, la sua area metropolitana è un’opportunità per Roma: non dobbiamo parlare di confronto ma, piuttosto, di un rapporto aperto al dialogo basato su una strategia di pianificazione attenta alle esigenze sia della Capitale che del suo territorio regionale. Dal porto crocieristico di Civitavecchia al primo hub aeroportuale di Fiumicino passando dai tutti quei siti archeologici e paesaggistici di grande valore storico e culturale come, ad esempio, la necropoli di Cerveteri o i Castelli di Santa Severa e Bracciano: se pensiamo esclusivamente all’area a nord della Capitale abbiamo a disposizione tante opportunità che devono essere messe a ‘sistema’. In quest’ottica è nata l’idea di riunire ragazze e ragazzi under 40 impegnati politicamente nel nostro partito o nelle Istituzioni locali per iniziare un percorso aperto al confronto con l’obiettivo di redigere un programma concreto che valorizzi le eccellenze del nostro territorio in considerazione di esigenze e problemi che, purtroppo, non mancano. Nei trasporti, per esempio. Per l’alto numero dei pendolari che quotidianamente si spostano da e per Roma, non possiamo più considerare la FR3 o la Roma Nord linee di seconda fascia. A riguardo, fondamentale è stato il ‘Patto per il Lazio’ sottoscritto da Renzi e Zingaretti che ha posto le basi per uno sviluppo integrato tra la Capitale e la sua regione a partire dalla rete ferroviaria Roma-Viterbo e dalla linea FL3 Cesano-Bracciano. In quest’ottica, incontrerò nei prossimi giorni il ‘Comitato pendolari Roma Nord’ per ascoltare le esigenze di tutte quelle persone che quotidianamente utilizzano una tratta falcidiata da persistenti disservizi a partire dai continui ritardi, dalle frequenti soppressioni e dai permanenti lavori di ristrutturazione del parcheggio di scambio di Montebello che riducono sostanzialmente il numero dei posti auto a disposizione dei pendolari. Abbiamo il dovere di ascoltare i cittadini: lo farò la prossima settimana così come l’ho già fatto in precedenza con le famiglie dei ragazzi dell’Istituto Statale ‘De Begniac’ che da Bracciano devono raggiungere Ladispoli. Grazie alla collaborazione della Presidente CoTraL, Amalia Colaceci, con l’inizio del nuovo anno scolastico siamo riusciti a istituire una nuova corsa al fine di facilitare il trasporto di questi studenti che fino a giugno erano costretti a utilizzare mezzi propri o il servizio di navetta offerto a pagamento dallo stesso istituto. Rimanendo sul piano di una pianificazione attenta alle esigenze sia della Capitale che del suo territorio regionale, è necessario affrontare, poi, il tema del servizio sanitario locale ponendo l’accento sulla situazione dell’Ospedale ‘Padre Pio’ di Bracciano. Come ho ribadito nel corso della cabina di regia SSR lo scorso 19 settembre, il nosocomio deve tornare a essere un vero punto di riferimento sanitario per il nostro quadrante, abbandonando definitivamente l’ipotesi chiusura. In tal senso la riorganizzazione dell’Ospedale partirà dal ripristino del reparto di Ortopedia e Traumatologia, dall’apertura di un ambulatorio di endoscopia digestiva di II° livello e dall’avvio di un’attività chirurgica in ambito urologico anche grazie alla collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea. Attenzione, dialogo e collaborazione: sono questi i requisiti minimi per assicurare il bene comune. Quei requisiti che, ponendo l’attenzione su Anguillara, l’Amministrazione pentastellata in questi primi mesi di mandato stenta a garantire. Sottopasso su via Anguillarese e Consorzio del Lago: ecco due situazioni in cui la Sindaca Anselmo è chiamata ad intervenire con responsabilità e trasparenza. Se nel primo caso basta una semplice delibera consiliare per approvare lo schema di convenzione, nel secondo caso è fondamentale non compromettere ciò che di buono è stato fatto fin oggi nominando come prossimo Presidente del CdA chi non conosce il nostro territorio solo per seguire lo schema imposto da Genova o Roma. Ascoltiamo i territori, sempre. Non solo in campagna elettorale.
    Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone