• “BENE GOVERNO CHE ABBATTE LE BARRIERE STADIO OLIMPICO”

    Roma, 1 febbraio 2017 – “L’intenzione del Ministro Lotti di eliminare le barriere nelle curve dello Stadio Olimpico è da accogliere con grande soddisfazione se non altro perché equipara finalmente Roma alle altre città d’Italia. In questi ultimi due anni, così come ho ribadito in diverse occasioni, si è perpetrata una vera e propria condotta discriminatoria nei confronti delle due società romane e dei loro tifosi che hanno subito una misura restrittiva unica nel suo genere che, oltre ad allontanare romanisti e laziali dallo stadio, non ha prodotto altri risultati” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando l’intenzione del Governo di abolire le barriere nelle curve dello Stadio Olimpico di Roma. “Dal motorino di San Siro alla bomba carta dell’Olimpico di Torino nel 2015 fino ad arrivare all’inchiesta di questi giorni condotta dall’Antimafia e legata ai rapporti tra alti dirigenti del mondo del calcio e alcuni ultrà legati alla criminalità organizzata: la storia, purtroppo, ci insegna che ogni realtà, ogni stadio e ogni tifoseria è legata a episodi di violenza, a volte anche reiterati, che non possono essere certo contrastati con misure restrittive sperimentali applicate a spot in quella o in quell’altra città. Bene ha fatto, dunque, il Ministro Lotti a prendere in mano la situazione e avviare un percorso condiviso con il Ministro Minniti e con le società di Roma e Lazio al fine, non solo di abbattere le barriere, ma anche di studiare nuove soluzioni a supporto della sicurezza fuori e dentro l’impianto sportivo” ha concluso Minnucci.