• METREBUS, “GRAVI LE DICHIARAZIONI DEL GRILLINO STEFÀNO”

    Roma, 16 novembre 2016 – “L’annuncio di Ferrovie dello Stato della disdetta del servizio Metrebus desta non poche preoccupazioni e rischia di danneggiare gravemente i cittadini che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico di Atac, Trambus, Met.Ro, Cotral e Trenitalia. In questi 22 anni Metrebus ha rappresentato una garanzia per tutti, dai turisti ai cittadini del Lazio: con un semplice titolo di viaggio integrato, infatti, era garantito un servizio di trasporto pubblico completo anche nelle ore notturne. L’annuncio di FS non solo ci fa tornare indietro nel tempo ma rischia di compromettere la competitività del nostro Paese e della nostra regione il cui processo di crescita e sviluppo pone grande attenzione anche sul tema trasporti oltreché su quello delle infrastrutture. Capisco le esigenze societarie di FS così come comprendo quelle di Atac ma, in questo caso, non possiamo non pensare alle controindicazioni di una decisione che inevitabilmente andrà a colpire le tasche dei nostri concittadini costretti ad acquistare più biglietti per un unico viaggio. In questo quadro, dunque, auspico un intervento anche delle Istituzioni al fine di promuovere un tavolo di concertazione con le aziende interessate e trovare soluzioni adeguate per evitare rincari importanti per i cittadini. Un grosso input a riguardo deve arrivare dalla Sindaca Raggi e dalla stessa Meleo che, per il ruolo che ricoprono e per il peso decisionale dell’ente che rappresentano, hanno il compito di affrontare con determinazione una situazione che rischia di esplodere. Se poi la linea dei grillini è quella esposta dal consigliere Stefàno, secondo il quale il costo del biglietto Atac fuori dal sistema Metrebus andrebbe a costare meno rispetto ad oggi, allora siamo messi proprio male. Vorrei ricordare al Presidente Enrico Stefàno che esiste l’Area Metropolitana di Roma Capitale di cui, come M5S, detengono anche la maggioranza di governo e come tale hanno il dovere di governare in maniera organica e non a compartimenti stagni” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando la decisione di Ferrovie dello Stato di annullare il servizio Metrebus.
  • TRASPORTI, MINNUCCI (PD): BENE INVESTIMENTI REGIONE LAZIO SU NUOVI TRENI E RADDOPPIO DELLA LINEA ROMA NORD-VITERBO

    "Il fatto che il Lazio - secondo l’ultimo report di Legambiente - risulti la prima regione in Italia per investimenti su nuovi treni è un’ottima notizia per i tanti pendolari che quotidianamente usufruiscono del trasporto pubblico e dimostra ancora una volta la serietà e la capacità amministrativa della giunta regionale". – così il deputato Pd e membro della Commissione Trasporti, Emiliano Minnucci. “Nel bilancio regionale 2016-2018 ci sono inoltre importanti stanziamenti per la ferrovia AtacRoma-Viterbo, per un importo pari a 150 milioni di euro, per la linea C della metropolitana diRoma (138,7 milioni) e un aumento della quota regionale per il Tpl che passa da 292,40 milioni di euro a 334,80 milioni”. – ha continuato Minnucci. “Uno sforzo economico che è stato reso possibile anche grazie ad un uso intelligente ed oculato delle fondi europei - 35 milioni di euro l'anno tra il 2014 ed il 2020 - e che permetteranno l’avvio del raddoppio della linea Roma Nord-Viterbo fino a Morlupo e l'eliminazione di 11 passaggi a livello, nonché quello della Roma-Tivoli tra Lunghezza e Guidonia. Investimenti che fanno ben sperare in un rapido miglioramento delle condizioni di viaggio delle migliaia di pendolari  e cittadini laziali”. – ha concluso Minnucci