• ANGUILLARA, MINNUCCI (PD): “OGGI IN REGIONE, COMUNE ASSENTE INGIUSTIFICATO. SU CHIUSURA SCUOLA VIA VERDI ANSELMO ACCETTI COLLABORAZIONE

    Roma, 1 luglio 2019 – “Oggi alla Pisana, così come annunciato nei giorni scorsi, si è tenuta un’audizione in seduta congiunta nelle Commissioni VI e IX in merito alla chiusura del plesso scolastico di Via Verdi ad Anguillara. Nonostante l’importanza dell’argomento e la presenza dei rappresentanti dei genitori, degli organi scolastici e delle strutture regionali competenti, l’Amministrazione Comunale di Anguillara ha pensato bene di marcare visita e non presentarsi all’appuntamento” lo ha detto il Consigliere Regionale della Regione Lazio, Emiliano Minnucci, che ha chiesto la convocazione delle Commissioni regionali per affrontare il tema della chiusura della scuola di Via Verdi ad Anguillara Sabazia. “Davanti a temi così importanti, come quello di una chiusura di un edificio scolastico, non esistono imprevisti o impegni già assunti: l’Amministrazione comunale aveva il dovere di presentarsi in audizione al fine di garantire la presenza del Comune di Anguillara che, com’è ovvio, non è assolutamente marginale alla discussione. In quest’ottica, alla sindaca Anselmo vorrei dire che partecipando all’audizione non avrebbe sostenuto nessun esame. Nessuno le avrebbe puntato il dito contro. L’audizione di oggi voleva essere un momento di confronto ma soprattutto di collaborazione anche nel rispetto di quel principio di sussidiarietà istituzionale che è alla base della governance dei territori e soprattutto riguardo ad alcuni temi strategici. Mi auguro che l’Anselmo – ha concluso Minnucci – riesca a comprendere il senso di questa audizione e che riesca a capire che davanti alla chiusura di un plesso scolastico è necessario mettere in campo il buon senso al fine di favorire la concertazione tra Enti. Eventuale, ulteriore e più approfondita verifica tecnica dell’edificio di via Verdi, reperimento dei fondi utili al fine di non indebitare il Comune e perciò la collettività, eventuali iniziative da mettere in campo soprattutto sul piano della progettazione di nuove opere infrastrutturali con particolare attenzione al cronoprogramma e ai temi di realizzazione: insomma gli argomenti non mancano. Sarebbe costruttivo affrontarli insieme anche alla luce della massima disponibilità garantita nel corso dell’audizione dallo stesso assessorato ai lavori pubblici della Regione Lazio. Qui non si fa propaganda, qui si fa il futuro dei nostri figli”.