• “NEL LAZIO RICONOSCERE LA FIBROMIALGIA”

    “Il Consiglio Regionale ha approvato un ordine del giorno che apre la strada verso un sano riconoscimento della Fibromialgia quale patologia rara. Lo fa attraverso l’attivazione di un sistema integrato di interventi di prevenzione, diagnosi e cura, finalizzato all’erogazione di prestazioni uniformi, nonché a favorire il loro inserimento nella vita lavorativa e sociale” lo ha detto il Consigliere PD e promotore dell’Ordine del Giorno, Emiliano Minnucci. “Quando parliamo di Fibromialgia parliamo di una patologia difficile da diagnosticare che colpisce in Italia 2 milioni di persone, perlopiù donne. Parliamo di una patologia aggressiva che necessità di un percorso clinico lungo e costante che non prevede alcuna forma di tutela sociale proprio per il fatto che la Fibromialgia non gode di un vero riconoscimento da parte del sistema sanitario nazionale. Dopo l’Emilia Romagna e la Puglia – ha concluso Minnucci - mi auguro che anche la Regione Lazio intervenga presso il Ministero della Salute per adottare delle linee guida di riferimento e dare la giusta tutela a chi soffre di questa invalidante patologia. Il riconoscimento della Fibromialgia come malattia rara da parte del Ministero della Salute è assolutamente preminente per garantire anche nel Lazio un sostegno concreto ai pazienti e a tutte quelle associazioni che si battono per promuovere la ricerca scientifica e un sostanziale miglioramento delle prestazioni sanitarie per il monitoraggio, la riabilitazione e la prevenzione in conformità con la legislazione vigente”.
    Share on Facebook463Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone