• TURISMO, MINNUCCI (PD): CONTROPRODUCENTE BLOCCO ASSUNZIONI STAGIONALI VIGILI URBANI

    “Ritengo che le misure riguardanti i termini di assunzioni stagionali per i vigili urbani previste  dal decreto n° 78 del 19 giugno 2015 - che al suo art. 5 sancisce il divieto per gli enti locali, di  reclutare   personale   con   qualsivoglia tipologia contrattuale per lo  svolgimento  di  funzioni  di  polizia – costituiscano un danno economico ed organizzativo rilevante in un momento decisivo per la ripresa economica del nostro Paese e dei nostri territori. La misura infatti va a penalizzare esplicitamente le località balneari e turistiche del nostro Paese, le quali senza l’impiego di vigili stagionali avranno grosse difficoltà a garantire la sicurezza e la legalità sul proprio territorio durante tutto il periodo estivo”. Così il deputato PD, Emiliano Minnucci, ha commentato le misure previste dal decreto n.78 entrato in vigore lo scorso 20 giugno e riguardante “Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali”. “Per questo motivo – ha poi continuato Minnucci - chiedo al Governo di modificare urgentemente le misure previste in modo di dare alle località turistiche italiane, che già si vedono costrette ad agire in una situazione di carenza di risorse economiche e di personale, la possibilità di garantire i servizi minimi di sicurezza durante l’intera stagione estiva appena iniziata”.
  • Lunedì 22 giugno – La Buona Strada

    Lunedì 22 giugno a partire dalle ore 16.30 presso la Sala di Liegro di Palazzo Valentini (via IV novembre 119/A – Roma) si svolgerà l’iniziativa pubblica: “La Buona Strada”. L’incontro, che ho organizzato in collaborazione con il Gruppo PD alla Camera dei Deputati, è volto ad affrontare un tema importante e decisivo – per i suoi risvolti economici, ambientali, di sicurezza dei cittadini ed in generale sulla programmazione infrastrutturale del nostro Paese – come quello della sicurezza e della manutenzione stradale con i principali attori e decisori del settore, con lo scopo di identificare le soluzioni e le proposte migliori. Un tema che ho deciso di sviluppare in una risoluzione, co-firmata da 43 colleghi ed approvata in Commissione trasporti lo scorso mercoledì 17 giugno e volta a impegnare il Governo a trovare le risorse necessarie a garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria della nostra rete stradale. Una risoluzione che ho presentato lo scorso marzo in Commissione trasporti della Camera dei Deputati e che ha ispirato anche la Campagna “Strade Sicure” promossa da Lagautonomie e rivolta a tutti gli amministratori italiani. All'incontro parteciperanno: il Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Del Rio,  Matteo Orfini, Commissario Pd Roma; i deputati Pd: Michele Meta, presidente commissione Trasporti, Emiliano Minnucci, commissione Trasporti, Diego Zardini, commissione Ambiente; Guido Improta assessore alla Mobilità di Roma Capitale; Giuseppe Bisogno, direttore Polizia stradale; Giovanni Castellucci AD Atlantia e Autostrade per l’Italia; Domenico Cricchi, Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada; Marco Filippeschi Presidente Legautonomie e Vicepresidente Upi; Antonio Ragonesi responsabile Osservatorio Sicurezza Stradale Anci; Stefano Ravaioli, direttore Siteb; Aldo Minucci, presidente Ania; Valentina Paris; segreteria Nazionale Pd, responsabile Enti Locali. VI ASPETTO, Emiliano Minnucci Di seguito la locandina dell’iniziativa: Locandina  
  • MAFIA CAPITALE: MINNUCCI (PD), DA VINCENZI GESTO RESPONSABILITA’

    (ANSA) - ROMA, 9 GIU - "Ritengo che le dimissioni di Marco Vincenzi da capogruppo del Pd al Consiglio regionale del Lazio rappresentino un gesto di responsabilita' e serieta' politica. Un gesto compiuto in seguito al chiarimento della posizione dello stesso Vincenzi, che ha dichiarato la sua estraneita' all'ipotesi di favoreggiamento alle cooperative che fanno capo a Salvatore Buzzi e sebbene ad oggi non abbia ricevuto alcun avviso di garanzia. Conosco Marco Vincenzi e le sue capacita' amministrative e le sue dimissioni confermano il suo rispetto per le Istituzioni e per lo Stato. In questo frangente molto delicato per la citta' di Roma e per la Regione Lazio non si puo' che ribadire con forza la fiducia nella magistratura, sperando che le indagini in corso portino presto alla luce tutta la verita' sul sistema Mafia Capitale". Lo afferma il deputato del Pd EmilianoMinnucci. (ANSA).
  • Frecciarossa 1000: Italia sta vincendo sfida dell’alta velocità ora trasporto regionale prioritario.

    Questa mattina in qualità di membro della Commissione Trasporti della Camera ho partecipato al test del nuovo Frecciarossa 1000 di Trenitalia. Il treno, dedicato a Pietro Mennea, raggiunge una velocità massima reale di 360 km/h e dal 14 giugno sarà attivo sulla linea Torino-Milano-Roma-Salerno. L'alta velocità rappresenta sicuramente una sfida importante per il futuro del nostro Paese. Una sfida che stiamo affrontando e vincendo. Ora l’attenzione si deve spostare con forza sul miglioramento e la sicurezza del trasporto regionale dei pendolari.
  • LAVORO: MINNUCCI “DATI ISTAT INCORAGGIANTI, PROSEGUIRE STRADA RIFORME”

    (DIRE) Roma, 3 giu. - "I dati pubblicati oggi dall'Istat sull'occupazione sono incoraggianti e ci spingono a proseguire con ancora maggiore energia sulla strada delle riforme economiche intrapresa dal Governo. La speranza e' quella di essere realmente, come ha affermato il Ministro Poletti, davanti alla coda di una crisi pesantissima". Cosi' il deputato Pd, Emiliano Minnucci, ha commentato i dati Istat pubblicati oggi sull'occupazione. "I dati sono estremamente buoni perche' le 159mila assunzioni in piu' registrate nel mese di aprile riguardano sia il nord che il sud Italia e non hanno confini generazionali e di genere- ha continuato Minnucci- Ora la priorita' e' lavorare per dare gambe solide alla ripresa economica, cercando di ridurre i divari geografici ancora presenti nel nostro Paese e investendo risorse ed energie sull'occupazione giovanile per recuperare il terreno perso negli ultimi anni". (Com/Lum/ Dire) 13:55 03-06-15 NNNN
  • FONDO DI SOLIDARIETA’, MINNUCCI (PD): MOTIVATE LE PREOCCUPAZIONI DEI SINDACI

    “Credo che le preoccupazioni e le critiche mosse da 10 sindaci dell’area metropolitana di Roma - Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Cerveteri, Formello, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Tolfa e Trevignano Romano - sul Fondo di Solidarietà comunale ed i suoi criteri di attribuzione siano legittime e segnalino un problema reale. Per questo motivo ritengo importante l’incontro che ho organizzato tra i Sindaci del comprensorio ed il Sottosegretario dell'Economia e delle Finanze, Pierpaolo Baretta, che si terrà martedì 9 giugno alle ore 9.30 presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Credo inoltre che sia necessario convocare quanto prima una riunione tecnica con l’ Anci per avere chiarimenti e delucidazioni in merito ad un sistema che oggi penalizza i Comuni più virtuosi e che rischia di ridurre ulteriormente le poche risorse a loro disposizione e di incidere negativamente sull'erogazione di servizi essenziali ai cittadini dell’area metropolitana.” Così il deputato PD, Emiliano Minnucci, ha commentato le dichiarazioni dei Sindaci di Anguillara Sabazia, Bracciano, Canale Monterano, Cerveteri, Formello, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Tolfa e Trevignano Romano sulla ripartizione del Fondo di Solidarietà comunale 2015.
  • ZINGARETTI IL 26 MAGGIO A BRACCIANO PER PRESENTARE DECRETO SALVA-OSPEDALE

    Martedì 26 maggio alle ore 16.30, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti sarà a Bracciano per presentare il decreto salva-ospedale. Un incontro importante che chiude più che positivamente una battaglia sull'Ospedale Padre Pio iniziata ben 5 anni fa, in seguito alla decisione della ex giunta Polverini di chiudere l’ospedale di Bracciano. Dopo anni di ricorsi giudiziari, manifestazioni, presidi e lunghe trattative politiche e grazie al costante e determinato impegno dei sindaci del Comprensorio, del "Comitato per la difesa della salute" e di tante cittadine e cittadini che non hanno mai desistito dal difendere un importante presidio ospedaliero del territorio, lo scorso 14 maggio il Commissario ad Acta e Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha infatti approvato il decreto n.7720 che sancisce il definitivo salvataggio e rilancio dell'Ospedale Padre Pio di Bracciano. Una struttura che potrà contare sulla funzione di Ospedale di Pronto Soccorso h24, sull'incremento a 20 posti letto del reparto di medicina generale, 25 in chirurgia indistinta, 2 di terapia intensiva post-chirurgica, 4 di Osservazione Breve Intensiva (OBI) e 10 di Day Surgery. All’incontro, che si terrà presso la sala conferenze dell'archivio storico di Bracciano, parteciperanno, oltre me e al Presidente Zingaretti, anche il direttore della ASL F, Giuseppe Quintavalle ed i Sindaci del Comprensorio, Giuliano Sala, Francesco Pizzorno, Bruno Bruni, Massimo Luciani e Angelo Stefani. Si tratta di un risultato straordinario e non scontato di cui non posso che essere soddisfatto sia in qualità di deputato della zona che ha sempre cercato di favorire il dialogo, che di cittadino che potrà continuare ad usufruire dei servizi di una moderna struttura ospedaliera come quella di Bracciano. Si è sancito il ritorno ad un dialogo istituzionale serio e partecipato tra i Comuni del comprensorio e la Regione Lazio e si sono salvaguardati il principio fondamentale della tutela della salute e del servizio pubblico da garantire alla cittadinanza.
  • CARO BRUNI, NON ARRAMPICARTI SUGLI SPECCHI

    “Mi trovo purtroppo a dover tornare sulla questione del Referendum consultivo indetto dall'amministrazione di Manziana sulla permanenza all'interno della Città metropolitana di Roma, perché accusato personalmente dal sindaco Bruni attraverso il sito ufficiale del Comune. Cerco di tornare ai fatti: davanti alla riforma importantissima degli enti locali varata lo scorso anno – la c.d. riforma Del Rio - che ha portato alla costituzione della Città metropolitana di Roma, Sindaco e amministrazione di Manziana invece di interrogarsi su come sfruttare al meglio il nuovo assetto istituzionale per la propria realtà territoriale ed agire tempestivamente per essere inclusi il più possibile nei nuovi equilibri metropolitani, hanno deciso di indire un referendum senza alcun valore legale per decidere se rimanere o meno all'interno dei confini della Città Metropolitana di Roma o confluire nella Provincia di Viterbo. Un referendum che si è svolto domenica 10 maggio registrando una partecipazione di solo l’8,9% degli aventi diritto - 535 votanti 5987 – con una spesa complessiva di poco meno di 1200 euro. Sinceramente dopo un risultato così chiaro e univoco mi sarei aspettato che Sindaco e giunta ne comprendessero il significato o quanto meno ne prendessero atto, scusandosi con i loro concittadini e impegnandosi per recuperare il prezioso tempo perduto ed attivare contatti stabili con la nuova giunta metropolitana. Invece Bruno Bruni, non solo si è sottratto goffamente ad una valutazione seria del voto, ma ha cercato di risolvere l’imbarazzo provando ad innescare una polemica sterile nei miei confronti, addirittura accusandomi di non rispettare i cittadini Manzianesi per il semplice motivo di aver espresso tutte le mie perplessità sull'utilità del voto sia prima che dopo lo svolgimento del referendum. Un giudizio che, evidentemente, ha condiviso anche il restante 91,1% degli elettori di Manziana. Il punto è che personalmente non solo rispetto i Manzianesi più del loro Sindaco, ma spero e mi auguro che Manziana possa avere un ruolo attivo ed importante all'interno della Città Metropolitana di Roma. Un ruolo che attualmente non ha. Stiamo attraversando una fase costituente molto importante e delicata. Davanti a noi abbiamo sfide rilevanti, che se affrontate in maniera seria ed adeguata si potranno trasformare in grandi opportunità di sviluppo per i nostri territori. Sindaco e giunta spieghino ai loro concittadini come intendono agire piuttosto che arrampicarsi sugli specchi in modo patetico.
  • MANZIANA E IL PREVEDIBILE FLOP DEL REFERENDUM SULLA CITTA’ METROPOLITANA

    Apprendo senza alcuno stupore che l’inutile referendum indetto dall'amministrazione del Comune di Manziana, per decidere se aderire o meno alla Città Metropolitana di Roma, ha registrato un’affluenza record dell’8,9%: 535 votanti su 5987 aventi diritto. Un referendum senza alcun valore giuridico e che non avrebbe portato ad alcun risultato anche in caso di raggiungimento del quorum. Come ho già avuto modo di dichiarare in altre occasioni, l’amministrazione di Manziana ha cercato di prendere in giro i propri cittadini attraverso un’operazione esclusivamente mediatica e senza alcuna sostanza, sperperando preziose risorse pubbliche in un momento di forte sofferenza economica per tutte le amministrazioni del territorio. La notizia positiva è che i cittadini manzianesi hanno compreso benissimo l’inutilità di tale azione ed hanno risposto disertando in massa le urne. Spero almeno che Sindaco e amministrazione ne comprendano il significato.
  • CITTÀ METROPOLITANA, MARINO: DA AULA OK A SBLOCCO FONDI SOTTOPASSO ANGUILLARA

    Omniroma-CITTÀ METROPOLITANA, MARINO: DA AULA OK A SBLOCCO FONDI SOTTOPASSO ANGUILLARA (OMNIROMA) Roma, 08 MAG - "Abbiamo inserito negli investimenti, avviati in questi giorni, la costruzione di un sottopasso tanto atteso dai cittadini del Comune di Anguillara che cosi' miglioranno la qualita' della vita e anche la sicurezza con l'eliminazione di un passaggio a livello". Cosi' il sindaco di Roma, Ignazio Marino, a margine del Consiglio metropolitano. L'Aula ha, infatti, deliberato lo sblocco dei fondi necessari a eliminare il passaggio a livello che interessa il Comune di Anguillara Sabazia nel tratto ferroviario FR3 Roma - Viterbo. L'opera rientra in un piano più generale di intesa tra Enti e Rete Ferroviaria Italiana, che hanno favorito protocolli per l'attuazione di un programma congiunto di opere per la sostituzione e soppressione dei passaggi a livello che esistono in ambito regionale. Con uno stanziamento di oltre 3 milioni di euro è stata approvata nella seduta di oggi del Consiglio metropolitano una delibera di indirizzo per la realizzazione di un'opera strategica. Il progetto esecutivo dell'intervento è in fase di valutazione, da parte degli uffici del Dipartimento VI della città Metropolitana di Roma Capitale, prima di procedere alla sua approvazione e successivamente all'attività per l'affidamento dei lavori. "La città Metropolitana di Roma Capitale inizia, anche in questo settore - ha consluso il primo cittadino - a produrre investimenti importanti, con un occhio alle esigenze quotidiane dei cittadini. Questa opera ferma da tempo, trova nell'iniziativa deliberata oggi dal Consiglio metropolitano, il momento di ripartenza dell'Ente, con una programmazione che dovrà essere funzionale ai Comuni dell'area metropolitana e attenta ai bisogni delle loro comunità. La piena sinergia con gli altri Enti e Rfi, ci ha consentito di raggiungere un primo ed importante obiettivo, che alleggerirà il traffico, consentendo alle famiglie di guadagnare tempo libero"
Pagina 35 di 39« Prima...102030...3334353637...Ultima »