• “CONGRATULAZIONI E BUON LAVORO ALLA NEO SEGRETARIA DELL’AUTORITA’ PORTUALE MACII”

    Roma, 30 maggio 2017 – “Da Civitavecchia, finalmente, arrivano buone notizie: Roberta Macii è stata nominata nuovo Segretario Generale dell’Autorità Portuale mettendo fine a quell’immobilismo che negli ultimi mesi ha letteralmente ingessato l’intero comparto portuale del nostro territorio. Mi auguro che la nomina della Macii rappresenti l’inizio di un percorso serio e strutturato funzionale, tra l’altro, all’insediamento del Comitato di Gestione al fine di avviare, come sostiene lo stesso Presidente Di Majo, tutti i progetti di sviluppo del porto di Civitavecchia e del suo network. In quest’ottica, dunque, auguro a Roberta Macii i miei migliori auguri per un proficuo lavoro”. Lo ha detto il deputato Pd, Emiliano Minnucci, commentando la nomina del nuovo Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale.
  • “ACEA HA INFERTO UN DURO COLPO AL LAGO DI BRACCIANO. ANDIAMO ALLA MAGISTRATURA”

    Roma, 26 maggio 2017 – “La comunicazione lanciata da Acea a tutti i comuni del servizio idrico Ato2 è scandalosa e da contrastare immediatamente per non vedere il Lago di Bracciano sparire già a partire dai prossimi mesi. Il Presidente di Acea Ato2, Paolo Saccani, ha informato gli amministratori locali che, per far fronte alla carenza idrica degli acquedotti provocata dalla scarsità delle precipitazioni, la società di piazzale Ostiense si appresta ad aumentare il volume delle captazioni delle acque. Una decisione indegna e oltraggiosa che, oltre a sminuire l’impegno profuso in questi mesi da cittadini e tecnici, infligge un colpo mortale al nostro territorio che rischia di veder morire uno dei suoi simboli storici e ambientali. In quest’ottica, è necessario intraprendere un’azione forte e determinata che vada oltre i tavoli tecnici proposti dai tre comuni rivieraschi che, a loro volta, hanno tutto il dovere di mettersi a capo di una protesta vigorosa, capace di pianificare delle iniziative coraggiose con l’obiettivo di salvaguardare proprio quel lago che hanno l’obbligo di difendere e tutelare. Se questo vuol dire andare sotto il palazzo di Acea con bandiere e fischietti, facciamolo. A riguardo, poi, viste le reali condizioni emergenziali in cui versa il nostro bacino e data l’indifferenza perpetrata da Acea e dalla stessa Virginia Raggi, penso sia arrivato il momento di affrontare la vicenda anche sul piano della giustizia, sia essa amministrativa, civile o penale. Abbiamo il dovere di mettere in campo ogni azione passando dalle parole ai fatti al fine di scongiurare ciò che oggi, purtroppo, sembra essere inevitabile. Io, a fianco di molti cittadini e dello stesso Comitato di difesa del lago, sono pronto: resta di capire chi è disposto a dare slancio a questa protesta collettiva che deve unire amministratori e cittadini, portandola anche fuori dalle sedi istituzionali con iniziative forti e determinate. Non possiamo permetterci che a fine agosto il nostro lago, con il caldo della bella stagione e l’aumento dei prelievi delle acque, si trasformi in una vera e propria distesa di sabbia”. Lo ha riferito il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando la volontà di Acea Ato 2 di aumentare le captazioni delle acque del Lago di Bracciano.
  • “SULLA QUESTIONE ALITALIA, NECESSARIO PROTAGONISMO DEI LAVORATORI”

    Roma, 22 maggio 2017 – “La proposta avanzata dal Ministro Delrio relativamente alla distribuzione delle azioni Alitalia ai lavoratori rappresenterebbe un buon punto di partenza nell’ottica di una seria ristrutturazione dell’intero comparto societario. È necessario, dunque, rilanciare quel senso di fiducia verso la compagnia a partire dagli stessi lavoratori che, soprattutto in una fase come questa, devono sentirsi parte integrante di un progetto attento che deve inevitabilmente partire dalle loro professionalità. Quell’impegno che, tra l’altro, hanno continuato a garantire anche in questi ultimi mesi in cui la crisi che ha investito Alitalia ha seriamente messo in dubbio le loro prospettive occupazionali. Mi auguro, dunque, così come ribadito anche nell’ultima commissione trasporti, che l’idea di coinvolgere i lavoratori in questo percorso di ristrutturazione societario si concretizzi in tempi rapidi e attraverso un piano strategico adeguato che, oltre a salvaguardare le sorti di Alitalia, sia effettivamente funzionale a tutte quelle persone che da anni prestano il loro impegno e le loro professionalità al nostro comparto aeroportuale”. Lo ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando l’intervista al Ministro Delrio pubblicata oggi sulle pagine de Il Corriere della Sera.
  • “GRILLINI LASCIANO IL CONSIGLIO METROPOLITANO PER NON AFFRONTARE LA QUESTIONE RIFIUTI”

    Roma, 18 maggio 2017 – “Quello che è accaduto ieri nel corso del Consiglio Metropolitano è un fatto molto grave che fa riflettere sul modo di amministrare del Movimento cinquestelle. I Consiglieri Metropolitani grillini di Roma Capitale, infatti, nel momento della discussione della mozione presentata dal gruppo ‘Le Città della Metropoli’ sulla questione rifiuti, hanno abbandonato l’aula facendo automaticamente mancare il numero legale e rendendo di fatto impossibile la sua votazione. Un atteggiamento che ha leso lo spirito democratico della discussione annientando inevitabilmente l’azione delle forze politiche di opposizione che, con la mozione, intendevano chiedere una rivisitazione del documento inviato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale ai 120 sindaci del territorio per l’individuazione di siti alternativi e idonei a ospitare impianti di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti. Se i grillini pensano che quello dei rifiuti sia un tema da trattare nelle segrete stanze del Campidoglio magari in video conferenza con Genova hanno capito male: il problema dei rifiuti di Roma è un argomento che necessita di essere affrontato collegialmente con tutti i sindaci e gli amministratori del nostro territorio al fine di trovare insieme una soluzione adeguata nel rispetto delle norme comunitarie e per una corretta gestione. La Raggi e il burattinaio ligure non possono pensare che, per difendere l’immagine della Sindaca e di conseguenza di tutto il movimento, i rifiuti di Roma possano essere trasferiti in provincia senza consultare tutti quegli amministratori locali che quotidianamente offrono il loro contributo e il loro impegno ai loro territori e alle loro comunità”. Lo hanno riferito in una nota congiunta il capogruppo de ‘Le Città delle Metropoli’ in Consiglio Metropolitano, Federico Ascani, e il deputato PD, Emiliano Minnucci.
  • “SABATO IN WINDSURF PER SALVARE IL LAGO”

    Roma, 18 maggio 2017 – “Un sabato ‘green’ all’insegna dello sport per salvare il nostro Lago e proseguire la protesta contro Acea che, incurante delle condizioni del bacino, prosegue con le captazioni delle acque il cui livello continua a scendere inesorabilmente. L’iniziativa del prossimo week end, che vedrà la partecipazione di tutti coloro che vivono il lago quasi quotidianamente praticando vela, surf e windsurf, testimonia la volontà del mondo sportivo di difendere una risorsa ambientale che non può essere abbandonata al suo triste destino. Così come detto in passato, per scongiurare il disastro ambientale abbiamo bisogno dell’impegno di tutti e, in modo particolare, dei nostri concittadini che, preoccupati e indignati dall’atteggiamento indifferente di Acea e della stessa Virginia Raggi, hanno il dovere di far sentire la loro voce anche attraverso manifestazioni di questo tenore”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, che sabato parteciperà alla manifestazione ‘Il windsurf per il lago’ organizzata dall’Aics (Associazione italiana cultura e sport) in collaborazione con il centro Surf Bracciano, con il Windsurfing Passion, con l’Associazione Italiana di Salvamento, con la rivista Windnews e con Ecovelaplay.
  • “I GRILLINI AFFOSSANO IL PORTO DI CIVITAVECCHIA”

    Roma, 16 maggio 2017 - "Dei grillini la cosa che lascia più di stucco non è solo il dilettantismo ma soprattutto quell'arroganza che utilizzano per difendere la loro incapacità amministrativa che sta creando grossi problemi in tutti i territori in cui sono forza di governo. Testimonial di questo atteggiamento insolente e non più giustificabile è senza ombra di dubbio Virginia Raggi che, oltre a Roma, si diverte a creare problemi anche ai comuni della sua area metropolitana: Civitavecchia con la sua Autorità portuale e il suo Comitato di gestione ne sono un esempio tangibile. La Raggi, coadiuvata in questo caso da Cozzolino, sta materialmente bloccando uno dei pochi motori della nostra economia regionale. Se la Sindaca di Roma , infatti, non ha ancora risolto il problema legato alla nomina del rappresentante della Città metropolitana nell’Autorità Portuale, incartandosi sul nome dell’ingegner Matteo Africano di cui non sappiamo se effettivamente sia in possesso di un curriculum comprovato e idoneo all’espletamento delle sue funzioni, Antonio Cozzolino ha deciso erroneamente di autonominarsi all’interno del Comitato di Gestione dell’AdSP contravvenendo a tutti i limiti imposti dalla legge. In quest’ottica, mi auguro che anche il Consiglio Comunale di Civitavecchia, convocato per questo pomeriggio e che prevede l’audizione del Presidente Di Majo, assuma una posizione intransigente e determinata anche nei confronti del Sindaco Cozzolino impegnandolo ad assumere un atteggiamento responsabile e funzionale per salvaguardare una realtà importante come quella dell’Autorità Portuale”. Lo ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando la situazione legata all’Autorità Portuale di Civitavecchia.
  • “I CINQUE STELLE VOGLIONO TRASFORMARE  LA PROVINCIA IN DISCARICA DI ROMA”

    Roma, 12 maggio 2017 - "Il documento inviato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale a tutti i sindaci del nostro territorio provinciale è un vero attentato alla loro intelligenza e a quella dei loro cittadini che, secondo la mappa allegata all'elaborato, saranno costretti a fare i conti con ipotesi di future discariche nei loro territori. Lo scopo del lavoro realizzato dal governo a Cinque Stelle della Città Metropolitana di Roma Capitale, infatti, è quello di fornire una mappatura delle aree idonee a ospitare impianti di trattamento, recupero e smaltimento rifiuti da poter mettere a disposizione delle amministrazioni locali. Quali sono e dove sono le aree che la Raggi e il suo M5S intendono utilizzare per istallare queste discariche? Dai puntini rossi posizionati sulla mappa, si evince che i grillini vogliono trasformare la provincia nella discarica di Roma come se il Grande Raccordo Anulare fosse un vero e proprio spartiacque tra due mondi diversi. In altre parole: Roma produce i rifiuti, i Comuni della sua area metropolitana li raccolgono e li smaltiscono. Sia chiara subito una cosa: questo non lo permetteremo. I primi a opporsi a questa ipotesi scellerata devono essere proprio i sindaci metropolitani che hanno 60 giorni di tempo per presentare le loro osservazioni a un piano fatto con i piedi che rischia di mettere in ginocchio i nostri territori creando una frattura sostanziale tra la città e il suo hinterland.  Gli impianti per chiudere il ciclo dei rifiuti servono, anche urgentemente: ne siamo tutti consapevoli e in quest'ottica le Istituzioni hanno il diritto e il dovere di concorrere alla risoluzione di un problema che rischia di diventare sempre più drammatico. Proprio per questo, però, ciascuno deve fare la propria parte di lavoro: Roma in primis". Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando il documento che la Città Metropolitana di Roma Capitale ha inviato ai sindaci metropolitani in merito all'individuazione di aree idonee per la realizzazione di discariche di rifiuti. 20170512_122445 20170512_12251820170512_12255020170512_12261820170512_12264320170512_12270520170512_122729 20170512_122955
  • “APRILIA DISCARICA DI ROMA? RAGGI NON SA QUELLO CHE DICE”

    Roma, 10 maggio 2017 - "Le parole rilasciate dalla Raggi nel corso della trasmissione Porta a Porta, mettono l'accento sull'incapacità amministrativa dei cinque stelle che, inevitabilmente, sta producendo veri e propri disastri a Roma e nel suo hinterland. La Raggi parla di Aprilia come discarica di Roma senza sapere che il territorio in questione, ospitando impianti di trattamenti rifiuti, è già ampiamente esposto ad eventuali problematiche ambientali. A parte questo, però, resta il principio di fondo che la Raggi non può pensare di far fronte al problema rifiuti della Capitale promuovendo l'installazione di discariche fuori dai suoi confini e, perciò, nel comuni dell'area metropolitana. È ora di tarci un taglio con questa logica romano centrica perpetrata a discapito della provincia e a sostegno di Roma e non dei romani che, paradossalmente e a causa dell'incompetenza pentastellata, sono costretti a fare i conti con topi e montagne di rifiuti che stanno nascendo spontaneamente lungo le strade cittadine. Se la Raggi ha un problema rifiuti a Roma ha il dovere di risolverlo senza scaricarlo negli altri territori". Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando le parole di Virginia Raggi rilasciate ieri sera nel corso della trasmissione Porta a Porta.
  • “BENE MODIFICA CODICE DELLA STRADA PER REGOLARIZZARE TARGHE STRANIERE”

    Roma, 28 aprile 2017 – “Apprendo con soddisfazione che il Governo è in procinto di modificare il Codice della Strada in merito alla circolazione delle auto con targhe straniere. La modifica al CdS, come sottolineato ieri nella risposta al mio Question Time presentato in Commissione Trasporti, vieterà a chiunque sia residente in Italia da più di sessanta giorni di circolare con veicoli immatricolati all'estero. A riguardo, sarà fatta salva l'ipotesi di veicoli concessi in leasing o in locazione senza conducente da parte di imprese costituite in un altro Stato membro dell'Unione Europea o aderente allo Spazio Economico Europeo, nonché l'ipotesi di veicoli concessi in comodato a soggetti residenti in Italia e legati da un rapporto di lavoro o di collaborazione con imprese costituite in un altro Stato membro dell'UE o aderente allo SEE. L’impostazione data a questo provvedimento rappresenta un importante punto di partenza per risolvere una situazione che nel corso del tempo è degenerata in un vero e proprio caos normativo a discapito dei cittadini onesti e delle stesse forze dell’ordine impegnate nei nostri territori. Mi auguro, dunque, che l’iter per la modifica del CdS sia piuttosto veloce al fine di iniziare ad apportare quelle regole fondamentali utili a garantire una maggiore sicurezza stradale e, tra l’altro, quell’equità sociale che, relativamente a questo argomento, in questi anni è sempre venuta meno. In quest’ottica, infine, consiglio al Governo di non escludere a priori l’idea di intervenire attraverso un decreto”. Lo dichiara il deputato Pd, Emiliano Minnucci, che ieri ha presentato un’interrogazione a risposta immediata sul tema delle targhe straniere in Commissione Trasporti.
  • “MATTEO RENZI RISORSA DI ‘SINISTRA’: SOSTENIAMOLO”

    Roma, 27 aprile 2017 – “Adesione al PSE e inizio di una vera stagione riformista: sono questi i capisaldi della politica proposta da Matteo Renzi in questi ultimi anni, sia come Segretario PD che come Presidente del Consiglio. Due aspetti che ci devono far riflettere anche in vista delle Primarie di domenica prossima che, inevitabilmente, rappresentano un passaggio fondamentale per il futuro del nostro Partito e, dunque, del nostro Paese. Tante cose sono state fatte, tante altre c’è da fare, altre ancora potevano essere fatte meglio: partiamo da questo assunto per dire, una volta per tutte, che sul nostro Partito risiedono le speranze di tanti italiani che, stanchi dell’onda populista e delle nostre tensioni interne, ci chiedono quella compattezza e quell’affidabilità per garantire all’Italia un ruolo da protagonista in Europa e nel mondo. Per garantire all’Italia un futuro certo, fatto di crescita e sviluppo. Per questo abbiamo bisogno di proseguire quella stagione riformista di cui Matteo Renzi è stato un serio promotore. Abbiamo bisogno di dare le ali a quella politica di ‘sinistra’ che, senza ombra di dubbio, ha contraddistinto questi ultimi anni del sistema Italia e di cui, sempre Renzi, è stato un vero leader con scelte serie attente all’equità sociale, al welfare e alla giustizia. Di strada da fare ce n’è ancora tanta: per questo abbiamo bisogno di tutti ma soprattutto di Matteo Renzi che non sarà un ‘capo assoluto’ ma un leader a tutto tondo, a difesa e a sostegno di quella democrazia per cui ci siamo sempre battuti. Per questo voterò Renzi, con convinzione e responsabilità. Quella convinzione e responsabilità che hanno messo sul piatto tutti i nostri vecchi compagni, di antica militanza, che nella prima fase congressuale hanno votato Renzi. Quei compagni che, oltre a non aver abbandonato il Partito Democratico, sono scesi in campo a sostegno di un leader ‘diverso’ a cui hanno riconosciuto passione e grande determinazione. Una scelta oculata, a tratti sofferta, ma di grande maturità e lungimiranza politica. Viviamo una fase in cui dobbiamo aprire gli occhi e relegare in un cassetto quella nostalgia inconscia e preordinata che, diciamocelo, ha reso il nostro attivismo timido e discreto. Riprendiamo il cammino, con convinzione e passione. Facciamolo insieme a Matteo Renzi”. Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, che sabato 29 aprile parteciperà all’iniziativa ‘Il Lago di Bracciano per Renzi’ ad Anguillara Sabazia. All’evento parteciperanno anche il Consigliere Regionale, Eugenio Patanè, e il vicesindaco di Trevignano, Luca Galloni.
Pagina 20 di 40« Prima...10...1819202122...3040...Ultima »