• “MEMORIA UMILIATA DA CHI OGGI VUOLE MURI”

    Roma, 27 gennaio 2017 – “Questa giornata ha un significato particolare perché ci consente di riflettere sulle atroci barbarie subite da uomini, donne e bambini che hanno perso la vita per mano del nazifascismo. È bello osservare come la sensibilità delle Istituzioni e del mondo scolastico verso la Shoah sia diventata così forte al fine di tramandare il valore della memoria alle giovani generazioni. Se da una parte assistiamo a un serio proliferarsi di iniziative e manifestazioni per ricordare le sofferenze e le colpe dei nazisti, dall’altra, però, continuiamo a sentir parlare di muri e recinzioni in ferro, di tortura e di razza: una pericolosa contraddizione che ci deve far capire quanto sia importante tenere alta l’attenzione per difendere valori imprescindibili come libertà e uguaglianza contro quei nuovi totalitarismi sempre pronti a prendere piede” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, in occasione della giornata della memoria.
  • “RIDUZIONE ABBONAMENTI AV ATTO RESPONSABILE”

    Roma, 26 gennaio 2017 – “La riduzione delle tariffe degli abbonamenti AV rappresenta un atto di grande responsabilità di Ferrovie dello Stato ma anche dello stesso Ministro Delrio che si è subito adoperato per trovare una soluzione alternativa alle scelte piuttosto discutibili annunciate nei giorni scorsi da Trenitalia. Nella settimana delle Ferrovie Turistiche, dunque, si inserisce anche questa decisione oculata che testimonia come in questi anni si sia lavorato con serietà e determinazione per rendere il nostro sistema trasportistico sempre più competitivo e vicino alle esigenze di cittadini e territori. Ora, l’auspicio è che questo percorso di condivisione tra Trenitalia, Governo e Regioni prosegua anche in futuro al fine di trovare una soluzione definitiva e adeguata che, come ha detto ieri Mazzoncini, potrebbe prevedere anche nuovi strumenti di welfare per i pendolari così come già fatto in altri paesi europei” ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, dopo le misure transitorie adottate ieri da FS sugli abbonamenti dell’Alta Velocità.
  • “IL LAGO STA SPARENDO”

    Roma, 25 gennaio 2017 – “Quello che sta accadendo a Bracciano ha dell’incredibile: il lago, a causa dei continui prelievi effettuati da Acea Ato 2, si sta prosciugando giorno dopo giorno” ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando la situazione vissuta nei comuni sabatini dove il livello delle acque in questi ultimi mesi si sta abbassando a vista d’occhio. “Quello che è il nostro simbolo rischia di morire a causa della condotta scellerata di Acea che, senza considerare la scarsità delle piogge, continua a prelevare le acque anche con punte di 2500 litri/secondo rischiando di compromettere l’equilibrio idrico del bacino. Per Acea il nostro Lago è un pozzo senza fondo e questo non è più tollerabile: dobbiamo fermare questa logica di sfruttamento perpetrata dal gestore del servizio idrico integrato che, invece di trovare soluzioni alternative anche attraverso nuovi piani di investimento, prosegue la sua irriverente azione di rifornimento da un bacino che è puramente di natura sorgiva. A riguardo, dunque, auspico un intervento non solo dei sindaci di Bracciano, Anguillara e Trevignano ma anche della Sindaca Raggi che, come Presidente della Città Metropolitana di Roma Capitale e in qualità di legale rappresentante di Ato2, ha il dovere di verificare la situazione in maniera seria e senza perdere altro tempo. In tal senso, non è da escludere un ricorso all’Autorità Giudiziaria al fine di denunciare l’atteggiamento insolente di Acea al fine di scongiurare una vera e propria sciagura ambientale” ha concluso Minnucci.
  • “ABBIAMO APPROVATO ALLA CAMERA LA PDL SULLE FERROVIE TURISTICHE: UN PASSO IMPORTANTE PER LA CRESCITA DEL NOSTRO PAESE”

    Roma, 24 gennaio 2017 – “Ci abbiamo creduto con forza e determinazione, oggi la PDL sulle ferrovie turistiche è passata alla Camera. Un risultato importante per la crescita del nostro Paese che passa dalla volontà di dotare i nostri territori di infrastrutture adeguate a sostegno della mobilità e, di conseguenza, del turismo. Dalla Sulmona-Castel di Sangro alla Mandas-Arbatax, da Asciano-Monte Antico alla Fano-Urbino: saranno diciotto le linee ferroviarie ad essere classificate come tratte ad uso turistico che consentiranno di viaggiare tra le eccellenze ambientali e paesaggistiche del nostro Paese utilizzando binari e stazioni dimenticate a cui oggi voluto garantire una nuova vita trasformandole in vere e proprie risorse nazionali. Una legge importante, inoltre, anche per la nostra regione: tra le linee a vocazione turistica è stata inserita anche la Civitavecchia – Capranica – Orte la cui riapertura rappresenta una grande prospettiva per il nostro territorio soprattutto sul piano turistico e occupazionale. A termine di questa giornata un pensiero e un grazie va a tutti gli amministratori locali ma anche a tutti quei cittadini che, organizzati in Comitati, in questi anni hanno offerto un grande contributo alla discussione convinti dell’importanza strategica di un sogno che sta per diventare realtà” ha detto il deputato PD Emiliano Minnucci, membro della Commissione Trasporti, dopo l’approvazione della PDL sulle ferrovie turistiche.
  • “SOLUZIONE PER CENTRO ANZIANI SFRATTATO SENZA PREAVVISO”

    Roma, 23 gennaio 2017 – “La mala amministrazione perpetrata ad Anguillara dalla Giunta a cinquestelle è ormai cosa palese che, purtroppo, non fa più nessuna notizia. L’ultimo atto che lascia basiti e a cui è difficile trovare una giustificazione riguarda tutti gli iscritti del Centro Anziani di via Di Domenico che hanno visto il loro Centro chiudere senza alcun preavviso o comunicazione preventiva: uno sfratto in piena regola ordinato dalla Sindaca Anselmo che, per l’ennesima volta, ha cercato di porre rimedio alla situazione proponendo soluzioni alternative alquanto bizzarre come quella di spostare alcune attività ricreative presso i locali dell’Ex Consorzio Agrario. Si parla di agibilità e sicurezza, di crepe e lesioni dei muri venute alla luce dopo il terribile terremoto del 24 agosto scorso: perché dopo solo cinque mesi emerge questo problema? Cosa si è fatto in questo periodo per trovare una soluzione a questa situazione? Prima di ordinare la chiusura dello stabile, dunque, l’Amministrazione Comunale avrebbe dovuto trovare una soluzione adeguata al fine di garantire il corretto svolgimento delle attività di un Centro che rappresenta una realtà consolidata del nostro territorio con i suoi settecento iscritti che non possono certo attendere i tempi di un bando di gara prima di tornare a vivere le loro giornate collegialmente” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, riguardo la decisione di chiudere il Centro Anziani di Via Di Domenico, nel Comune di Anguillara Sabazia, assunta dall’Amministrazione di Sabrina Anselmo.
  • “GLI AUMENTI DEGLI ABBONAMENTI TRENITALIA SONO SPROPOSITATI. NECESSARIO INTERVENTO DEL GOVERNO”

    Roma, 17 gennaio 2017 – “Trenitalia ha lanciato i suoi nuovi abbonamenti per l’Alta Velocità e lo ha fatto introducendo degli aumenti tariffari che, oltre ad essere spropositati, rappresentano una grossa beffa per tutti quei pendolari che quotidianamente devono fare i conti anche con continui disagi e disservizi. Stiamo parlando di aumenti di circa il 35% e, come tali, non possono essere accettati né dagli utenti né tantomeno dallo stesso Governo che ha il dovere di intervenire chiedendo a Trenitalia di rivedere questi incrementi così improvvisi e gravosi per tutti i pendolari” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando gli aumenti tariffari dei nuovi abbonamenti imposti da Trenitalia.
  • CHIUSURA SEDE ROMANA SKY IPOTESI SCELLERATA

    Roma, 16 gennaio 2017 – “La notizia della possibile chiusura della sede romana di Sky è un’ipotesi scellerata che deve essere scartata al fine di tutelare almeno 500 posti di lavoro” ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, riguardo le notizie diffuse a mezzo stampa che paventano la chiusura della sede romana dell’emittente satellitare. “L’ipotetico trasferimento della rete all news a Milano non avrebbe solo ripercussioni sulla vita dei tanti lavoratori che quotidianamente prestano il loro servizio nella sede di Via Salaria, ma anche sull’economia della stessa città che, dopo Almaviva, sarebbe costretta a perdere un altro pezzo importante del suo settore terziario. Per questo motivo, dunque, penso sia necessario un intervento dello stesso Governo in modo da verificare le reali intenzioni di Sky e chiarire una vicenda così delicata” ha concluso Minnucci.
  • “NUOVA ALLERTA METEO, QUALI LE CONTROMISURE DELLA RAGGI?”

    Roma, 13 gennaio 2017 – “Dato che il Campidoglio accusa la Protezione Civile di negligenza e mancata informazione in merito alla recente ondata di maltempo che ha provocato il malfunzionamento degli impianti termici delle scuole di Roma e provincia, sarebbe il caso di avvertire la Sindaca Raggi che è stato emesso un bollettino meteo che prevede sulla nostra regione un peggioramento delle condizione meteorologiche anche con possibilità di forti precipitazioni. Mi auguro che il Campidoglio e lo stesso Palazzo Valentini questa volta non si facciano trovare nuovamente impreparati al fine di adottare tutte le misure necessarie per limitare disagi e problemi ai cittadini di Roma e dell’Area Metropolitana” ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, riguardo la nuova allerta meteo sul Lazio lanciata dalla Protezione Civile. “Se i tecnici capitolini hanno scaricato le responsabilità sulla Protezione Civile, la Raggi se l’è presa con il Governo centrale, reo di aver tagliato finanziamenti ai Comuni, e con i suoi predecessori in Campidoglio, colpevoli di incuria e poca manutenzione degli istituti scolastici. Bene, vorrei ricordare alla Sindaca di Roma e della Città Metropolitana, che dal 2015 il Miur ha promosso il progetto #scuolebelle con finanziamenti dedicati a interventi di ripristino funzionale degli edifici scolastici a cui può tranquillamente partecipare anche il Comune di Roma. La Raggi, invece di scaricare colpe e responsabilità sugli altri, dovrebbe far chiarezza sulla situazione relativa il programma di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie che vedrebbe il progetto della Città Metropolitana al 104esimo posto su 120 progetti presentati” ha concluso Minnucci.
  • “SU ALITALIA BENE CALENDA, ORA INTERVENTO GOVERNO”

    Roma, 12 gennaio 2017 – “Le dichiarazioni del Ministro Calenda testimoniano la volontà del Governo di intervenire nella questione Alitalia al fine di risollevare le sorti dell’ex compagnia di bandiera e salvaguardare i posti di lavoro dei suoi dipendenti che, come da cronaca, rimangono sul piede di guerra a difesa dei propri diritti” ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, commentando le dichiarazioni del Ministro dello Sviluppo Economico. “Gestione approssimativa di Alitalia che non può ricadere sui lavoratori con eventuali licenziamenti: con questa considerazione il Ministro ha posto finalmente l’accento sulla situazione delicata vissuta nei nostri comparti aeroportuali dove la crisi occupazionale sta prendendo sempre più piede mettendo a rischio non solo il futuro dei lavoratori ma anche la competitività del nostro Paese sia sul piano dei trasporti che, inevitabilmente, su quello turistico. Ora, così come sostenuto in questi giorni in merito ai licenziamenti avallati da Ecotech, che fortunatamente hanno conosciuto una soluzione positiva grazie agli accordi sottoscritti dalle forze sindacali e dalle società operanti nello scalo di Fiumicino, ribadisco la necessità di un serio e imminente intervento del Governo al fine di porre rimedio a questa emergenza occupazionale vissuta nei nostri aeroporti dove sembra che i tagli al personale rappresentano le uniche soluzioni ai problemi delle aziende” ha concluso Minnucci.
  • “DOPO LA SITUAZIONE ECOTECH, NECESSARIO INTERVENTO GOVERNO A TUTELA DELLA NOSTRA COMPETITIVITÀ E PER SCONGIURARE LICENZIAMENTI”

    Roma, 11 gennaio 2017 – “Ritengo fondamentale che il Governo affronti la difficile situazione dell’Azienda Ecotech e di tutti quei dipendenti che in questi ultimi giorni hanno perso il loro posto di lavoro. Prima delle feste natalizie abbiamo assistito all’inaugurazione della nuova area di imbarco internazionale E, oggi assistiamo a licenziamenti di nuovi lavoratori: lo scalo di Fiumicino continua a fare notizia non solo per il suo progressivo ammodernamento ma anche per una crisi occupazionale sempre più dilagante che rischia di compromettere la competitività di un comparto aeroportuale che in questi ultimi anni, grazie all’impegno e agli investimenti promossi da ADR, ha conosciuto un serio rilancio a sostegno del nostro sistema trasporti e, di conseguenza, turistico. Dopo AMS e Simav, dunque, è triste registrare questa nuova preoccupante vicenda che va a colpire un’altra società operante nello scalo e che impegna molte persone che rischiano di perdere il loro posto di lavoro. Per questo è necessario un intervento imminente del Governo al fine di limitare questo trend preoccupante aprendo un tavolo di confronto e concertazione anche con quelle forze sindacali che ieri hanno sottoscritto un accordo che prevede il reintegro dei lavoratori Ecotech nella società GH ACS che presta pulizie di bordo dell'aeroporto di Fiumicino” ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, a seguito del licenziamento di 90 lavoratori da parte della società Ecotech Servizi Aeroportuali.
Pagina 20 di 36« Prima...10...1819202122...30...Ultima »