• AVVISO CONCORRENZIALE SELEZIONE DI PROGETTI “TRA CULTURA & SCOPERTE” 30 e 31 maggio 2020

    LAZIOcrea S.p.A., società in house della Regione Lazio istituita ai sensi dell’art. 5 della L.R. 24 novembre 2014, n. 12, intende promuovere, in nome e per conto della Regione Lazio, un avviso pubblico volto alla selezione di eventi di animazione artistico-culturale dei luoghi culturali del territorio regionale, da realizzarsi nel weekend del 30 e 31 maggio 2020.

    Clicca QUI per tutte le informazioni
  • Il Consiglio regionale approva: il Collegato è legge

    Lo scorso 20 febbraio, il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini (Pd), ha approvato, con 26 voti a favore e 16 contrari, la proposta di legge regionale n. 194 del 31 ottobre 2019, “Misure per lo sviluppo economico, l’attrattività degli investimenti e la semplificazione”, il cosiddetto “collegato” di ventitré articoli. Il voto è arrivato alle ore 3,25, dopo la discussione sul maxi subemendamento della Giunta sostitutivo dell’articolo 22, che si compone di 156 commi, e le dichiarazioni di voto. Dall’urbanistica all’agricoltura, dalle politiche sociali all’ambiente, dalla sanità al lavoro, il collegato tocca tutti i campi della legislazione regionale, accogliendo anche diverse proposte emendative delle opposizioni. Particolarmente discusso nel corso dei lavori il corposo pacchetto di norme volte a contrastare l’emergenza abitativa e a permettere, a determinate condizioni, la regolarizzazione della posizione di quanti occupano senza titolo alloggi di edilizia residenziale pubblica. Condividerò il testo integrale appena sarà pubblicato l'atto definitivo. Per approfondimenti, clicca qui
  • Fondo Rotativo per il Piccolo Credito per Micro, Piccole e Medie imprese

    Fornire risposte rapide alle Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI) con esigenze finanziarie di minore importo, minimizzando costi e tempi e semplificando le procedure d’istruttoria e di erogazione. E’ questo l’obiettivo del Fondo Rotativo per il Piccolo Credito, finanziato con 39 milioni di euro (di cui 24 a valere sul POR FESR Lazio 2014-2020 e 15 su fondi regionali) e gestito dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito tra Artigiancassa e Medio Credito Centrale, individuato quale “Soggetto gestore” a seguito a seguito dell’aggiudicazione del bando di gara.

    Il Fondo è suddiviso in quattro sezioni:
    Sezione I – settore manifatturiero
    Sezione II – tutti i settori, con riserva per il settore commercio
    Sezione III – tutti i settori, esclusivamente per interventi volti al risparmio energetico
    Sezione IV – interventi a valere su fondi regionali rivolti ad artigiani, società cooperative, trasporto non di linea, turismo, botteghe storiche (sottosezione attiva dal 20 settembre 2018)

    Possono presentare domanda di agevolazione:

    Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI); Consorzi e Reti di Imprese aventi soggettività giuridica, esclusivamente per gli interventi previsti nell’ambito della Sezione III, volti al risparmio energetico; Liberi professionisti. L’agevolazione consiste in un finanziamento con le seguenti caratteristiche:
    importo: minimo 10.000, massimo 50.000 euro; durata: minimo 36 mesi, massimo 60 mesi; preammortamento: massimo 12 mesi, in caso di finanziamenti di durata pari o superiore a 24 mesi; tasso di interesse: zero; rimborso: a rata mensile costante posticipata.
    Il costo totale ammissibile del progetto non deve essere inferiore a 10.000 euro. Il finanziamento agevolato può coprire fino al 100% dell’investimento.

    Le richieste di accesso all’agevolazione possono essere presentate esclusivamente online sul portale http://www.farelazio.it, accedendo alla pagina dedicata al “Fondo Rotativo per il Piccolo Credito”


    Clicca QUI per maggiori info
  • CORONAVIRUS: LA REGIONE HA ATTIVATO TUTTE LE MISURE PER LA TUA SICUREZZA

    No agli allarmismi, ma grande attenzione. Indicazioni e comportamenti da seguire

    1) Lavati spesso le mani. Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%. Lavarsi le mani elimina il virus.
    2) Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute. Mantieni almeno un metro di distanza dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso a distanza ravvicinata.
    3) Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani. Il virus si trasmette principalmente per via respiratoria, ma può entrare nel corpo anche attraverso gli occhi, il naso e la bocca, quindi evita di toccarli con le mani non ben lavate. Le mani, infatti, possono venire a contatto con superfici contaminate dal virus e trasmetterlo al tuo corpo.
    4) Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci. Se hai un’infezione respiratoria acuta, evita contatti ravvicinati con le altre persone, tossisci all’interno del gomito o di un fazzoletto, preferibilmente monouso, indossa una mascherina e lavati le mani. Se ti copri la bocca con le mani potresti contaminare oggetti o persone con cui vieni a contatto.
    5) Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico. Allo stato attuale non ci sono evidenze scientifiche che l’uso dei farmaci antivirali prevenga l’infezione da nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Gli antibiotici non funzionano contro i virus, ma solo contro i batteri. Il SARS-CoV-2 è, per l’appunto, un virus e quindi gli antibiotici non vengono utilizzati come mezzo di prevenzione o trattamento, a meno che non subentrino co-infezioni batteriche.
    6) Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol. I disinfettanti chimici che possono uccidere il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) sulle superfici includono disinfettanti a base di candeggina / cloro, solventi, etanolo al 75%, acido peracetico e cloroformio. Il tuo medico e il tuo farmacista sapranno consigliarti.
    7) Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus, e presenti sintomi quali tosse o starnuti, o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus (viaggio recente in Cina e sintomi respiratori). L’uso della Mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus, ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene quali il lavaggio accurato delle mani per almeno 20 secondi. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.
    8) I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che le persone che ricevono pacchi dalla Cina non sono a rischio di contrarre il nuovo coronavirus, perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici. A tutt’oggi non abbiamo alcuna evidenza che oggetti, prodotti in Cina o altrove, possano trasmettere il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2).
    9) Chiama i numeri disponibili, non andare inutilmente al Pronto Soccorso. Se hai febbre, tosse, dolori muscolari e sei stato in una zona interessata al focolaio, o sei entrato in contatto con persone provenienti da quelle zone, consulta al telefono il tuo medico di base oppure chiama il numero verde 1500 del Ministero della Salute per avere informazioni su cosa fare. Se hai il prefisso telefonico 06 puoi chiamare anche il 112. Per tutti gli altri prefissi del Lazio chiama il numero verde 800 118 800.
    10) Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus. Al momento, non ci sono prove che animali da compagnia come cani e gatti possano essere infettati dal virus. Tuttavia, è sempre bene lavarsi le mani con acqua e sapone dopo il contatto con gli animali da compagnia.

    per maggiori info e per scaricare l'Ordinanza del Presidente della Regione Lazio clicca QUI


  • “FALLIMENTO AMMINISTRAZIONE GRILLINA: ORA PER ANGUILLARA NUOVA STAGIONE RIFORMISTA”

    “La caduta dell’Amministrazione Anselmo, suggellata dalle dimissioni della maggioranza dei consiglieri comunali, segna inesorabilmente il fallimento di una Sindaca, di una giunta e di un progetto politico impalpabile e insignificante. Un progetto politico nato sull’onda del populismo spinto che non ha saputo offrire le giuste risposte alle esigenze di un territorio e della sua comunità. Anguillara Sabazia è ferma al 2016: è arrivato il momento che le forze più dinamiche e attive mettano in campo tutto il loro protagonismo al fine di costruire un’alternativa seria e concreta. Per Anguillara ci sono tante sfide da affrontare e vincere. Possiamo farlo solo attraverso una nuova stagione riformista e con una politica che sappia parlare ai cittadini in maniera pragmatica ed efficace”
  • DALLA REGIONE LAZIO IL NUOVO BANDO DA UN MILIONE DI EURO PER EVENTI CULTURALI

    Le risorse complessive disponibili ai fini dell‟erogazione dei contributi ammontano ad € 1.000.000,00 così ripartite:

    - € 500.000,00 a favore delle Amministrazioni Locali;
    - € 500.000,00 a favore di Istituzioni Sociali Private.


    CHI PUO' RICHIEDERE I CONTRIBUTI:

    1. contributi possono essere richiesti, dalle pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 1, lett.<br> a). del presente Avviso, da enti pubblici o privati, università o istituti scolastici, fondazioni, associazioni riconosciute e non, comitati di cui all‟articolo 39 del codice civile, cooperative sociali e cooperative iscritte all‟anagrafe delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS).
    2. I beneficiari dei contributi non devono svolgere, da atto costitutivo o da statuto, attività aventi fine di lucro.
    3. Le associazioni di promozione sociale, di volontariato e le cooperative sociali per accedere ai contributi di cui al presente avviso dovranno obbligatoriamente essere iscritte nei rispettivi registri/albo di riferimento.
    4. Al momento della presentazione della domanda di contributo, il soggetto richiedente deve essere costituito da non meno di sei mesi.
    5. Sono esclusi dal beneficio dei contributi persone fisiche, partiti o movimenti politici ed organizzazioni sindacali.


    AMBITI DI INTERVENTO E SETTORI DI ATTIVITA':

    1. I contributi di cui al presente Avviso sono concessi esclusivamente per la realizzazione di eventi nei seguenti ambiti culturali:
    a) Valorizzazione dei beni artistici e storici anche mediante digitalizzazione e/o riproduzione di documenti esistenti;
    b) Mostre e visite istituzionali di particolare rilevanza pubblica;
    c) Rassegne teatrali, musicali, cinematografiche, pittoriche, scultoree, librarie;
    2. Sono ammesse a contributo le iniziative che si svolgono sul territorio della Regione Lazio ovvero, in via eccezionale realizzate in altro territorio, purché abbiano come fine la valorizzazione e promozione del territorio regionale del Lazio.
    3. Sono esclusi dal contributo i soggetti già destinatari, per la medesima iniziativa, di contributi a valere su specifiche leggi regionali, concessi dalla Regione attraverso le Direzioni o Enti dipendenti.
    4. Le richieste di contributo e la successiva rendicontazione devono essere presentate utilizzando gli schemi, allegati al presente Avviso, Allegati A, B e C.
    5. Le istanze e le dichiarazioni compilate in modo incompleto o prive della firma del legale rappresentante dell‟ente richiedente o non corredate di copia di valido documento d‟identità del legale rappresentante sono dichiarate inammissibili.


    La scadenza delle domande è il 13 marzo 2020<


    Per maggiori info:

     
  • “CORONAVIRUS, INIZIA LA CRISI DEL TURISMO ROMANO”

    “Il coronavirus sta presentando il conto al turismo di Roma: se per il Cna il fatturato nel mese di febbraio è crollato di almeno il 30%, per l’istituto Demoskopika questo stato di emergenza prevede a Roma e nel Lazio un calo di 673mila arrivi da tutto il mondo. È necessario prendere in mano la situazione e cercare delle soluzioni ad un’ipotetica crisi del settore turistico della capitale che ha sempre rappresentato e rappresenta un comparto di prim’ordine per l’economia della nostra regione” lo ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci, che ha richiesto la convocazione delle Commissioni V, IX e XI per affrontare questo tema. “Non possiamo rimanere inermi davanti al crollo dei ricavi che il settore turistico romano sta registrando in questi giorni. Dobbiamo trovare delle soluzioni alternative al fine di ammortizzare il danno che tutti i soggetti interessati, a partire dagli albergatori e dai ristoratori, hanno iniziato a subire. Per questo ho richiesto la convocazione delle tre Commissioni: dobbiamo aprire un percorso condiviso con tutte le associazioni di categoria che porti magari anche all’istituzione di un tavolo di crisi, come peraltro proposto da alcune organizzazioni dei lavoratori. Dobbiamo mettere in campo tutte le soluzioni possibili al fine di rimediare a un problema che può essere determinante per la tenuta socio economica di Roma e provincia. Un problema che non possiamo sottovalutare” ha concluso Minnucci.
  • “REGIONE LAZIO PER LA DONAZIONE DEL MIDOLLO. ECCO LA NUOVA SEDE ADMO AL FORLANINI SAN CAMILLO”

    Roma, 5 febbraio 2020 – “Quella di oggi è senza dubbio una data importante per il sistema sanitario del Lazio: questa mattina abbiamo inaugurato una nuova sede dell’Associazione Donatori Midollo Osseo all’interno dell’ospedale San Camillo Forlanini di Roma” ha detto il Consigliere Regionale PD del Lazio, Emiliano Minnucci, che questa mattina ha partecipato all’inaugurazione  della sede istituzionale e operativa dell’ADMO a Roma dedicata a Fabrizio Frizzi. “L’inaugurazione è frutto di una seria collaborazione tra la Regione Lazio e l’ADMO che in questi anni hanno avviato un percorso aperto al dialogo al fine di concentrare la disponibilità dei donatori e fornire una corretta informazione sulle possibilità di cura tramite il trapianto di midollo osseo. L’ADMO ha lanciato l’input e la Regione Lazio l’ha colto anche grazie a un mio OdG con cui nel 2018 il Consiglio Regionale ha impegnato Zingaretti a favorire l’attività dell’Associazione nella nostra regione. Se consideriamo, poi, che la sede è stata intitolata a Fabrizio Frizzi, che nel 2000 ha salvato una vita grazie alla donazione del suo midollo, possiamo tranquillamente dire che quello di oggi è un risultato importante, dall’alto valore civile e umanitario” ha concluso Minnucci.  
  • LAZIO, MINNUCCI (PD): “REGIONE RILANCIA INCUBATOIO ITTICO ANGUILLARA”

    Auguillara Sabazia, 25 gennaio 2020 – “L’inaugurazione dell’incubatoio ittico regionale di Anguillara Sabazia è frutto del grande impegno messo in campo dalla Regione Lazio per offrire all’impianto una nuova vita, dopo anni di attività a singhiozzo. Da oggi la struttura di via Trevignanese torna ad essere un punto di riferimento non solo per i pescatori locali ma anche per tutti i cittadini a nord della capitale” ha detto il consigliere PD della Regione Lazio, Emiliano Minnucci, che questa mattina è intervenuto all’inaugurazione dell’incubatoio ittico regionale di Anguillara Sabazia. “Prima il mio emendamento alla Legge di Stabilità 2019 poi l’impegno determinante  dell’Assessore Enrica Onorati: l’impianto in questi ultimi anni è stato oggetto di una ristrutturazione complessiva che ha portato all’adeguamento e messa a norma dell’impianto elettrico, la ristrutturazione del tetto, il rifacimento dell’intonaco interno e l’istallazione di una cella frigorifera. Lavori fondamentali che hanno permesso all’impianto di riprendere la sua attività con l’obiettivo di salvaguardare la popolazione di coregone, di luccio e di persico reale. Il rilancio dell’incubatoio ittico – ha concluso Minnucci – sarà determinante per la valorizzazione e la promozione del prodotto ittico lacustre e di una filiera produttiva che contribuirà a favorire la crescita del territorio, non solo sul piano economico e occupazionale ma anche sul piano ambientale”.
  • RIFIUTI, MINNUCCI (PD): “NO A TRAGLIATELLA È VITTORIA CITTADINI E ISTITUZIONI LOCALI

      Roma, 31 dicembre 2019 - "Quello che abbiamo sostenuto in queste settimane è stato certificato oggi: Tragliatella non è idonea a ospitare una discarica" ha detto il Consigliere PD della Regione Lazio, Emiliano Minnucci. "Una buona notizia che deve essere accolta con soddisfazione se non altro perché fa tirare un sospiro di sollievo a tutti i cittadini di un'area che, sia sul piano ambientale che sociale, non poteva e non può ospitare alcun impianto di smaltimento rifiuti. È vero che una discarica non può essere ospitata nè a Piazza di Spagna e nè al Colosseo, ma è altrettanto vero che non possiamo condannare i territori dell'area metropolitana dove insistono realtà residenziali e imprenditoriali già consolidate. Quella odierna è una vittoria dei cittadini e delle Istituzioni Locali che hanno dato prova di compattezza e capacità di mobilitazione a difesa non degli interessi di casa propria ma a tutela di un pezzo pregiatissimo di agro romano. In quest'ottica un grazie sincero va al 'Comitato No Discarica' che ha messo in campo impegno e determinazione per scongiurare un'ipotesi scellerata che avrebbe portato alla morte del territorio dell'area metropolitana di Roma" ha concluso Minnucci.
Pagina 2 di 4212345...102030...Ultima »