• “SU QUESTIONE PREZZO LATTE RAGGI MANDA AL COLLASSO SETTORE ZOOTECNICO”

    Roma, 5 dicembre 2018 – “La ‘Centrale del Latte’ e il Comune di Roma continuano a fare orecchie da mercante e tentano di posticipare l’applicazione dell’accordo, sottoscritto un mese fa, relativo all’aumento del prezzo del latte a favore di allevatori e dei produttori” ha denunciato il consigliere della Regione Lazio, Emiliano Minnucci. “Se da una parte abbiamo la ‘Centrale Latte Sano’ che ha fin da subito ha mantenuto fede agli impegni presi, dall’altra c’è la ‘Centrale di Roma’ che, in barba a tutto e soprattutto alla difficile situazione vissuta dalle PMI del settore che non riescono neanche a coprire le spese correnti legate alla loro attività, continua a dettare le proprie regole con il benestare, tra l’altro, dello stesso Campidoglio. Il Comune di Roma, infatti, come membro del CDA, dovrebbe intervenire immediatamente obbligando la ‘Centrale del Latte’ a rispettare un accordo importante che rappresenta una vera e propria boccata di ossigeno per tutte le aziende conferitrici. L’atteggiamento supponente e arrogante della ‘Centrale del Latte’ e l’indifferenza della Sindaca Raggi – ha concluso Minnucci - rischiano di mandare al collasso uno dei settori produttivi più importanti dell’area metropolitana di Roma Capitale. Quel settore zootecnico che ha sempre rappresentato e continua a rappresentare un fiore all’occhiello di tutto il nostro territorio, sia provinciale che regionale”.
  • “BRAVO MAURO ALESSANDRI CHE DIALOGA CON I COMUNI SU ACEA ATO2”

    Roma, 29 novembre 2018 – “L’Assessore regionale ai Lavori Pubblici, Mauro Alessandri, entra nella questione relativa all’adesione all’autorità d’ambito per la gestione del servizio idrico integrato nel Lazio e lo fa con determinazione e buon senso” hanno detto in una nota congiunta i consiglieri regionali PD, Emiliano Minnucci e Marietta Tidei. “Il 3 dicembre, infatti, non deve essere visto come il giorno giudizio ma, piuttosto, come il giorno per avviare in maniera seria un percorso aperto al dialogo al fine di definire una volta per tutte tutti gli aspetti legati alla gestione del servizio idrico nell’area metropolitana. Anche per tutti quei Comuni che ancora non hanno avallato il passaggio nell’autorità d’ambito. È fondamentale – hanno concluso i consiglieri regionali – che i sindaci dei comuni interessati, come Ladispoli per esempio, entro il 3 dicembre rispondano con l’adesione o esponendo le loro perplessità al fine di chiarire la loro posizione”.
  • “SU BRETELLA ANGUILLARA CESANO FACCIAMO PRESTO”

    Oggi in Commissione Lavori Pubblici abbiamo affrontato il tema legato al progetto relativo alla rete viaria da realizzare tra Anguillara e Cesano di cui si parla da quasi quarant’anni. Lo abbiamo fatto con estrema serietà andando ad analizzare la questione non solo da un punto di vista tecnico ma anche economico e finanziario, al fine di comprendere se esiste o meno la reale fattibilità dell’opera. In questo quadro, se da una parte possiamo dire che i finanziamenti accordati dalla Regione Lazio sono ancora nelle disponibilità del Comune di Anguillara, sia pure come recupero da una vecchia perenzione, dall’altra crediamo che la realizzazione del nuovo ponte sull’Arrone, problema esposto al tavolo, sia ovviamente essenziale per l’opera completa e quindi da risolvere necessariamente. A questo punto, dunque, ritengo sia necessario spingere sull’acceleratore con l’obiettivo di fare realmente chiarezza su questa vicenda: stiamo parlando di un’opera di straordinaria importanza non solo per i comuni del Lago di Bracciano ma anche per tutto il quadrante a nord della Capitale. A breve avremo modo di conoscere l’esito della prossima conferenza dei servizi che l’Amministrazione Anselmo dovrà indire nei giorni a venire per accelerare l’iter riguardo nuovi pareri da acquisire, in primis quello dell’Autorità di Bacino, fondamentali per l’inizio dei lavori. Tutti i soggetti riuniti attorno al tavolo della Commissione hanno manifestato la piena volontà di collaborare. Da parte mia un impegno: periodicamente chiederò la convocazione della stessa Commissione per verificare l’avanzamento dell’iter e per tenere informati i cittadini.
  • “COME SINDACO DI ROMA MEGLIO SABINA GUZZANTI CHE VIRGINIA RAGGI”

    Roma, 19 novembre 2018 – “Dopo i risultati dell’indagine sulla qualità della vita nelle province italiane realizzata da Italia Oggi, cosa dirà la Sindaca Raggi? Per Roma c’è una maglia nera che non lascia spazio a nessun fraintendimento: nella Capitale d’Italia si vive male. Invece di addossare le responsabilità alle passate gestioni, il M5S dovrebbe riconoscere la mala gestione che la sua Amministrazione Comunale ha messo in campo in questi anni. A questo punto, alla Raggi originale meglio una Guzzanti in versione Raggi che rimprovera i romani di non prodigarsi abbastanza per la città che amministrano come promesso dai cinquestelle in campagna elettorale. L’imitazione di Sabina Guzzanti potrebbe essere la giusta chiave di lettura per capire realmente il modus operandi dei grillini in Campidoglio”. Clicca per vedere il video del Corriere della sera https://video.corriere.it/sabina-guzzanti-imita-sindaca-virginia-raggi-divertente-gag/e76b42a2-ea48-11e8-8cc4-9792426ad1f5
  • “DOMANI RIAPRE VIA SETTEVENE PALO”

    Domani, dopo due mesi di interruzione, riprende la viabilità della Settevene Palo nel tratto compreso tra Cerveteri e Bracciano. Lo stanziamento di 330mila euro promosso dalla Città Metropolitana, utile al rifacimento dell’arteria e alla sua riapertura, è frutto della grande determinazione messa in campo dai consiglieri del gruppo consigliare metropolitano ‘Le Città delle Metropoli’, a partire da Federico Ascani, che, dopo la grave frana di settembre hanno richiamato all’ordine Virginia Raggi ricordandole quali sono i suoi obblighi da Sindaco della Città Metropolitana. La riapertura della strada, dunque, non deve passare come una concessione da parte della Città Metropolitana ma piuttosto come un atto dovuto a cui Palazzo Valentini non si poteva assolutamente sottrarre. In quest’ottica è fondamentale mettere in cantiere nuovi interventi straordinari e di manutenzione al fine di risanare in maniera definitiva una strada che negli anni è stata costantemente falcidiata da smottamenti e crolli.
  • “CON IL BANDO SULLE CICLOVIE LA NOSTRA REGIONE INVESTE SU AMBIENTE E TURISMO”

    Roma, 7 novembre 2018 – “La Regione scende in campo a sostegno della mobilità ciclistica proponendo ai Comuni del Lazio un bando per la realizzazione di nuove piste ciclabili su tutto il territorio regionale” lo ha detto il Consigliere regionale PD, Emiliano Minnucci. “L’azione promossa dal Presidente Zingaretti su proposta dell’Assessore Alessandri, è senza dubbio un passo importante verso la mobilità sostenibile che, purtroppo, fin oggi è stato un tema pressoché sottovalutato. Mi auguro – ha concluso Minnucci – che i Comuni della nostra regione, anche su input delle associazioni e dei no profit, rispondano con entusiasmo a questo avviso pubblico: dotare i nostri territori di ciclovie, inserite in un vero Piano Regionale della Mobilità Ciclistica, vorrebbe dire promuovere le nostre eccellenze ambientali, storiche e culturali. In altre parole, sul turismo che continua a rappresentare un indotto imprescindibile per una regione come il Lazio”.
  • “LA RAGGI SI DEVE DIMETTERE A PRESCINDERE DALLA SENTENZA SUL CASO MARRA”

    Roma, 6 novembre 2018 – “Altro che settimana di attesa per Virginia Raggi: la sindaca di Roma deve dimettersi subito a prescindere dalla sentenza sul caso Marra” ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci, intervistato questa mattina da Radio Roma Capitale. “Non c’è esito che tenga: il tempo della Raggi a Roma è finito. A dirlo sono i fatti, a partire dall’emergenza rifiuti in cui versa la città. Roma, come diceva il gran poeta, è una ‘nave sanza nocchiere in gran tempesta’ con una giunta comunale arroccata in Campidoglio e impassibile davanti alle terribili condizioni della città e le proteste organizzate da cittadini e lavoratori. Abbiamo a che fare con un’Amministrazione incompetente, arrogante e completamente distratta dalle dinamiche interne al suo MoVimento tanto da non riuscire neanche a gestire l’ordinario. Le dimissioni della Raggi – ha concluso Minnucci – non sono legate né a questioni giudiziarie e né all’esito del referendum su Atac. Le dimissioni della Raggi sono esclusivamente legate alla sua palese incapacità”.
  • “IL M5S STA PORTANDO AMA AL FALLIMENTO”

    Roma, 5 novembre 2018 – “La questione AMA ci sta dimostrando che i grillini con le responsabilità hanno un rapporto piuttosto complicato: quando ci sono decisioni da prendere, scappano miserabilmente e con indifferenza senza considerare ciò che accade intorno. Fanno come il classico pesce in barile” lo ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci. “Mi auguro che lo sciopero di oggi, che ha visto la partecipazione del 70% dei lavoratori AMA, riesca ad abbattere il muro di omertà alzato da Virginia Raggi e compagnia davanti a una situazione gravissima che rischia di buttare sul lastrico centinaia di famiglie, oltre che incrementare l’emergenza rifiuti in città. È chiaro che la mancata approvazione del bilancio da parte del Campidoglio e la confusionaria gestione della vicenda sia figlia della politica pressappochista dalla sindaca. Un modus operandi, quello della Raggi, che mira esclusivamente a mantenere gli equilibri interni a quel M5S che, a tutt’oggi, garantisce a lei e a tutta la schiera dei grillini incompetenti la possibilità di ricoprire un ruolo e, di conseguenza, di percepire uno stipendio. E questo – ha concluso Minnucci – a danno di Roma e dei romani”.
  • “LA NOMINA DEL NUOVO PRESIDENTE DEL PARCO DI VEIO LASCIA PERPLESSI”

    Roma, 3 novembre 2018 - "La nomina di Gianni Giacomini come nuovo Presidente del Parco di Veio oltre ad essere molto discutibile, lascia piuttosto perplessi" ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci, commentando il parere favorevole della Commissione Ambiente del Consiglio Regionale allo schema di decreto del Presidente della Regione concernente la nomina di Gianni Giacomini come nuovo Presidente del Parco di Velo. "Da Riano a Campagnano, passando per Castelnuovo, Formello e Cesano: le perplessità che militanti e amministratori PD del territorio a nord della Capitale stanno palesando in queste ore non sono campate per aria, anzi. Stiamo parlando di uno dei Parchi regionali più importanti del Lazio, l'unico a ricadere nel territorio di Roma e contemporaneamente in quello della sua area metropolitana, da oggi nella mani di un forzista di antica data come Giacomini, ex presidente PDL del Municipio XV durante l'amministrazione Alemanno dal 2008 al 2013. Aprire spazi di governo a forze moderate non è una bestemmia, ma non può essere neanche il cavallo di Troia per operazioni di restaurazione" ha concluso Minnucci.
  • “ECCO IL BANDO PER DARE FORZA A LOTTA CONTRO MAFIA”

    Roma, 29 ottobre 2018 – “Con la pubblicazione sul BURL del bando per la ristrutturazione dei beni confiscati, la Regione Lazio ha messo un tassello importante nella lotta contro ogni criminalità organizzata” ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci. “Mi auguro che l’azione promossa dal Presidente Zingaretti venga recepita con entusiasmo e interesse dai Comuni e dalle associazioni interessate e come una vera e propria opportunità, non solo in termini di legalità e libertà dal potere mafioso ma anche in termini di crescita sociale e risanamento dei nostri territori. Trasformare, infatti, un bene di pochi e simbolo del potere criminale in un bene comune rappresenta un’azione da perseguire con forza e determinazione con l’obiettivo di consegnare alle nostre comunità dei luoghi sicuri e di sana partecipazione” ha concluso Minnucci.
Pagina 1 di 3112345...102030...Ultima »