• Senza titolo-1

    “ACEA HA PERSO, A BRACCIANO NON SI PUÒ PRELEVARE”

    Roma, 26 luglio 2018 – “Il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche ha sciolto qualsiasi riserva e si è pronunciato in merito all’istanza presentata da Acea di sospendere la deliberazione regionale che imponeva il blocco delle captazioni a Bracciano: nel lago non si può prelevare. Il Giudice del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, infatti, ha confermato la determinazione della Regione Lazio che a dicembre scorso aveva stabilito lo stop alle captazioni. Una notizia importante non solo da un punto di vista ambientale e della tutela delle eccellenze paesaggistiche dei nostri territori, ma anche da quello della legalità. I sacrifici e le battaglie messe in campo in quest’ultimo anno dalle nostre comunità residenti possiamo tranquillamente dire che oggi sono state ripagate a tutti gli effetti”.

  • 20170731_181523

    “DA RAGGI PAROLE SENZA SENSO”

    Roma, 21 luglio 2018 – “Le parole di Giubilo utilizzate da Virginia Raggi in merito allo status del Lago di Bracciano lasciano intendere solo una cosa: i primi caldi stagionali fanno entrare la Sindaca in un vero e proprio stato confusionale inducendola a esternare pensieri senza senso che disegnano una realtà totalmente diversa da quella che effettivamente è stata ed è”. Lo ha detto in una nota il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci. “Il lento miglioramento delle condizioni del bacino è esclusivamente attribuibile alla determinazionazione regionale che in definitiva ha bloccato le captazioni di Acea. Un risultato importante che suggella la protesta portata avanti in quest’ultimo anno da un’intera comunità a partire dalle istituzioni, dai cittadini e dal Comitato a difesa del Lago. La Raggi da una parte si scaglia contro la decisione di bloccare le captazioni presentando ricorso al Tribunale delle Acque e dall’altra si prende meriti che non le spettano. È proprio vero che alla vergogna non c’è mai fine”. Ha concluso Minnucci.

  • DANIELE SCUDIERI

    “DIRITTO ALLO STUDIO: ABBIAMO APPROVATO LA LEGGE”

    Roma, 5 luglio 2018 – “Oggi in Consiglio Regionale del Lazio abbiamo dato il via a una vera e propria rivoluzione nel mondo universitario della nostra regione. Dopo il passaggio della scorsa settimana in nona commissione, oggi abbiamo approvato la proposta dell’Assessore Smeriglio su “Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno del diritto allo studio e la promozione della conoscenza nella Regione” che, oltre a prevedere il superamento di Laziodisu, istituisce una Consulta regionale per il diritto allo studio e l’ampliamento dei servizi e delle agevolazioni offerte agli studenti e agli specializzandi”. Ha detto Emiliano Minnucci, Consigliere Regionale del Partito Democratico. “Nel dettaglio, soffermandoci sul tema di Laziodisu, parliamo di una riforma regionale che darà le ali a una struttura più snella a beneficio non solo degli studenti universitari, ma anche delle casse del nuovo Ente che, in quest’ottica, passerà da 5 Adisu territoriali a 3 presidi regionali: uno a Viterbo, uno a Roma Città Metropolitana e l’ultimo a Cassino per quanto riguarda il Lazio meridionale. Grosse novità, inoltre, anche per le prestazioni offerte. Ai servizi classici di sostegno al diritto allo studio, infatti, gli studenti universitari potranno contare su servizi legati alla medicina preventiva, all’assistenza per gli stranieri, ad agevolazioni per la mobilità e, non per ultimo, all’inserimento lavorativo per i disabili. Oggi – ha concluso Minnucci – abbiamo approvato una legge importante che suggella la volontà della Regione Lazio, già manifestata nella passata legislatura, di offrire maggiori garanzie ai nostri studenti e alle loro famiglie con l’obiettivo di garantire un alto livello di diritto allo studio e agevolarne l’accesso. Un grazie a tutti ma in maniera particolare all’Assessore Smeriglio e alla collega Mattia che in una sola settimana è riuscita a portare la proposta nella Commissione da lei presieduta dopo una proficua consultazione delle forze politiche e delle organizzazioni studentesche”.

  • Plastica-in-mare

    “BENE REGIONE LAZIO CHE CONTRASTA L’INQUINAMENTO DEL NOSTRO MARE”

    Roma, 3 luglio 2018 – “Con il protocollo d’intesa sottoscritto con l’Arpa Lazio e il Corepla, la Regione Lazio ha avviato una vera propria lotta all’inquinamento del mare prodotto dagli imballaggi in plastica” lo ha detto il Consigliere Regionale del Partito Democratico, Emiliano Minnucci, commentando l’intesa raggiunta questa mattina al fine di promuovere le buone pratiche legate alla raccolta differenziata della plastica. “L’accordo odierno – ha continuato Minnucci – è un atto fondamentale non solo sul piano ambientale e di educazione civica ma anche sul piano turistico e dell’accoglienza del nostro litorale. Dopo l’incontro di ieri a Santa Marinella, nel quadro dell’iniziativa ‘Lazio, regione delle meraviglie’, il protocollo d’intesa in oggetto si attesta come la classica ciliegina sulla torta per la tutela e la promozione dei nostri territori anche attraverso una seria e concreta collaborazione tra diversi soggetti interessati. In questo caso un ruolo centrale sarà ricoperto non solo dalle amministrazioni locali e dall’autorità portuale ma anche dai nostri pescatori che saranno messi in condizione di recuperare la plastica a bordo delle loro imbarcazioni per poi scaricarla in porto utilizzando appositi scarrabili. Se a tutto questo, infine, si aggiunge la promozione di campagne di sensibilizzazione rivolte ai cittadini e agli alunni delle nostre scuole, possiamo tranquillamente dire che il protocollo firmato oggi, primo nel suo genere in Italia, segna un passo decisivo nella lotta all’inquinamento del mare e, altresì, a sostegno del territorio” ha concluso Minnucci.

  • IMG-20180702-WA0005

    “LO SVILUPPO DEL LITORALE PER UN LAZIO MIGLIORE”

    Roma, 2 luglio 2018 – “La crescita della nostra Regione non può prescindere dalla crescita del nostro litorale. Da Fiumicino a Santa Marinella passando per Ladispoli, Cerveteri e Civitavecchia: il litorale a nord della Capitale rappresenta un territorio ricco, sia da un punto di vista ambientale che culturale ma anche infrastrutturale ed economico, da cui partire per fare del Lazio una regione migliore, anche sul piano turistico”. Lo ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci, in occasione dell’iniziativa “Lazio, regione delle meraviglie” che oggi ha fatto tappa a Santa Severa, nel Comune di Santa Marinella. “Di passi in avanti, in quest’ottica e in questi ultimi anni, ne sono stati fatti e la riapertura del Castello di Santa Severa ne è il classico esempio. Grazie all’impegno della Regione Lazio e con la stretta collaborazione tra il pubblico e il privato, è stato regalato all’intero territorio regionale, e direi anche nazionale, un gioiello di valore inestimabile che si attesta come un vero e proprio punto d’incontro tra storia, cultura e ospitalità a basso prezzo. Partendo da questo esempio e coinvolgendo tutti i soggetti interessati, a partire dalle amministrazioni locali, dalle associazioni di categoria e dai stakeholder del turismo, è possibile garantire una crescita sostenibile, concentrata sul tema dell’accoglienza, dell’accessibilità, della promozione e dell’economia del mare, a una porzione di territorio, inteso come bene comune, che necessita di essere tutelato e sostenuto anche attraverso iniziative di questo tipo che mettono a confronto tutti gli attori di settore” ha concluso Minnucci.

    IMG-20180702-WA0006

    IMG-20180702-WA0008

    IMG-20180702-WA0003

  • CONSIGLIO-REGIONALE

    “PER LA SANITÀ CI SONO NUOVE 5MILA ASSUNZIONI”

    Roma, 27 giugno 2018 – “Dall’uscita dal commissariamento a nuove 5mila assunzioni: è proprio il caso di dire che nel Lazio stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione della sanità regionale. Oggi, con l’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio Regionale della legge che stoppa definitivamente le vecchie graduatorie nelle aziende e negli enti del servizio sanitario del Lazio, abbiamo dato le ali a quella rivoluzione sanitaria promossa in questi anni dal Presidente Zingaretti. Con questo atto, oltre ad aprire le porte a una nuova stagione di concorsi, abbiamo certificato la volontà di garantire ai nostri cittadini un sistema sanitario altamente specializzato sia da un punto di vista tecnico che professionale superando, non per ultimo, tutte quelle problematiche legate alle proroghe avvenute a livello nazionale come, per esempio, il blocco del turnover legato al piano di rientro”. Lo ha detto il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci.

  • 800px-FS_TAF_64

    “FIRMATO IL NUOVO CONTRATTO DI SERVIZIO: NEL LAZIO CONTINUA LA RIVOLUZIONE DEL FERRO”

    Roma, 22 giugno 2018 – “Con il nuovo contratto di servizio siglato dalla Regione Lazio e Trenitalia, possiamo dire che nella nostra regione continua quella rivoluzione del ferro messa in cantiere già nella passata legislatura da Zingaretti. Il nuovo contratto, della durata di quindici anni, suggella a tutti gli effetti la volontà della Regione e del suo Presidente di dotare i nostri territori di un sistema di trasporti moderno ma soprattutto adeguato alle esigenze dei nostri cittadini. I numeri per mettere in pratica questa rivoluzione lasciano poco spazio a dubbi e perplessità: 1,39 miliardi di investimento, 65 nuovi treni Rock, 3 treni diesel bimodali, 4 treni regionali veloci, 110 milioni per il “revamping” di convogli già in esercizio. E poi: grossa attenzione all’aspetto della sicurezza con l’introduzione di dispositivi di videosorveglianza, all’ambiente con la riduzione del 30% dei consumi energetici, 106 milioni in impianti di manutenzione, 249 milioni in manutenzione ciclica e 10 milioni in informatica e tecnologia con un sensibile abbattimento del costo degli abbonamenti per i più giovani. Il nuovo piano dei servizi è ambizioso e allo stesso tempo concreto: quello che serve per rafforzare la fiducia dei cittadini nelle Istituzioni”. Lo ha detto in una nota, il Consigliere Regionale PD, Emiliano Minnucci.

  • b1f0eca6-19e0-4797-8660-c56191110cff

    “PRESTARE ATTENZIONE SULLA CENTRALE BIOGAS A PONZANO”

    Roma, 21 giugno 2018 – “Oggi in Commissione Urbanistica, politiche abitative e rifiuti, abbiamo ricevuto e ascoltato diversi amministratori della sabina romana e reatina in merito al tema riguardante la realizzazione di un impianto a biogas nel comune di Ponzano Romano. Data la delicatezza dell’argomento, le criticità presentate dai Sindaci dell’area e la preoccupazione dei cittadini interessati, l’incontro odierno è stato un atto dovuto e voluto per recepire gli input lanciati dal territorio e dalle sue comunità. È necessario, così come ribadito oggi ai presenti, continuare a prestare grossa attenzione al fine di preservare le specificità del territorio e salvaguardare la salute dei residenti interessati, già a partire dal nuovo Piano rifiuti regionale che non può non tener conto anche della situazione che si sta vivendo a Ponzano. A riguardo è già pronta una mozione da portare in Consiglio Regionale a difesa del territorio in oggetto”. Lo ha detto il Consigliere Regionale del Partito Democratico, Emiliano Minnucci, a margine dell’audizione in X Commissione, dei Comuni della Valle del Tevere.

    Di seguito il testo della mozione.

  • foto-lago-019-1080x675

    “INIZIA LA PESCA SPORTIVA NEL LAGO DI BRACCIANO”

    Roma, 14 giugno 2018 – “La decisione della Regione Lazio di consentire nel lago di Bracciano e in quello di Martignano la pesca sportiva rappresenta un passo in avanti sia da un punto di vista sportivo sia da quello del rilancio del settore turistico”. Lo ha detto il Consigliere Regionale del Partito Democratico, commentando la Determinazione n. G07628 con cui la Direzione Agricoltura della Regione Lazio ha concesso l’autorizzazione temporanea all’esercizio della pesca sportiva con l’impiego di natanti a motore elettrico nei laghi di Bracciano Martignano. “Anche in considerazione della proposta avanzata dall’Ente Parco, la determinazione prevede che la pesca sportiva a traina con motore elettrico venga praticata in via sperimentale per un anno al fine di valutare gli eventuali impatti sulle biocenosi lacustri. Tenendo conto, inoltre, di alcune prescrizioni imposte, come il massimo di due lucci catturati e l’ obbligo della non reimmissione in acqua del persico trota, la decisione assunta dalla Direzione Agricoltura risulta piuttosto oculata anche sul piano ambientale tanto da garantire la salvaguardia e la tutela dell’ecosistema lacuale. In considerazione della recente crisi idrica che ha colpito il lago di Bracciano con forti conseguenze anche per tutto il comparto imprenditoriale e ricettivo, mi auguro che questa novità rappresenti una ulteriore spinta per la crescita del nostro territorio” ha concluso Minnucci.

  • Onorati - Minnucci

    “REGIONE A SOSTEGNO DEL SETTORE ZOOTECNICO E AGROALIMENTARE”

    Roma, 8 giugno 2018 – “L’impegno della Regione Lazio c’è e continuerà a essere vivo anche nel prossimo futuro. Lo abbiamo confermato anche oggi, insieme all’Assessore all’Agricoltura, Enrica Onorati, agli imprenditori agroalimentari dell’Agro romano che abbiamo incontrato presso le loro aziende per conoscere le loro esigenze e comprendere dal vivo la loro attività. Da Testa di Lepre a Maccarese, passando per Ponte Galeria, Ladispoli e Borgo San Martino nel comune di Cerveteri: sono tante le realtà che operano nel mondo della zootecnica e dell’agroalimentare e che, quotidianamente, offrono un grosso contributo alla filiera del latte e a quella vitivinicola della nostra regione. Un enorme patrimonio da curare con attenzione anche in futuro portando avanti con convinzione quelle politiche già messe in campo dal Presidente Zingaretti in questi ultimi anni. Parliamo della delibera sulle Pratiche Locali Tradizionali che prevede, tra l’altro, un complessivo aggiornamento delle superfici del territorio regionale legate al pascolo e l’istituzione di Centri di Assistenza Agricola, o del bando pubblico di oltre 2mln per la riconversione o ristrutturazione dei vigneti approvato a fine maggio, senza dimenticare poi quel ‘Fondo Futuro’ attraverso cui la Regione ha già sostenuto oltre 1.700 imprese in tutto il territorio. Con le sue eccellenze enogastronomiche, le sue aziende e la qualità dei prodotti offerti, il Lazio rappresenta uno dei punti di forza del Made in Italy nel mondo: per mantenere e incentivare questi standard, già molto alti, dobbiamo mettere in campo una politica di promozione sempre più vicina ai territori”. Lo ha detto il Consigliere Regionale, Emiliano Minnucci, che oggi insieme all’Assessore all’Agricoltura, Enrica Onorati, ha visitato le aziende zootecniche e agroalimentari dell’Agro romano.

    WhatsApp Image 2018-06-08 at 12.48.29

    WhatsApp Image 2018-06-08 at 12.51.30

    WhatsApp Image 2018-06-08 at 12.51.52

Pagina 1 di 3012345...102030...Ultima »